Aversa

Rifiuti, Ciaramella: “A breve il sito di trasferenza del Ce2”

Domenico CiaramellaAVERSA. Il permanere delle condizioni di drammatica emergenza nella raccolta e smaltimento dei rifiuti rischia di mettere in crisi la serenità delle feste natalizie dei cittadini di Aversa.

L’amministrazione guidata dal sindaco Domenico Ciaramella è impegnata in maniera seria e determinata perché le strade della città vengano in via d’urgenza liberate dalle montagne dai rifiuti che mettono in pericolo la salute dei cittadini. “A giorni – dichiara il sindaco – un sito di trasferenza del comprensorio dei comuni del consorzio Ce2 ci consentirà finalmente di dare un po’ di respiro alla nostra popolazione liberando le nostra strade. Contemporaneamente con l’amministrazione tutta stiamo mettendo in campo tutte le iniziative che ci porteranno, nel volgere di massimo sei mesi, ad avviare una raccolta differenziata capillare ed efficiente, in grado di recuperare e riutilizzare più del 50% dei rifiuti. In questi terribili momenti il senso di responsabilità deve appartenere a tutti, a partire dall’Amministrazione che mi onoro di guidare; ma deve anche divenire senso comune e diffuso di tutta la popolazione, perché anche il comportamento dei singoli può essere determinante per arrivare ad una soluzione definitiva della questione rifiuti che sia economicamente ed ambientalmente sostenibile. Dei cittadini attivi e attenti dell’Osservatorio Cittadino sull’Emergenza Rifiuti mi hanno aiutato in queste ore a guardare con originale ed incisiva attenzione alla questione rifiuti, recuperando la centralità del ruolo che i cittadini hanno sempre nella soluzione dei problemi della collettività e l’importanza della partecipazione come strumento chiave per affrontare le difficoltà più acute di una comunità. E’ per questo che invito voi cittadini tutti a contribuire con i vostri piccoli grandi gesti quotidiani alla soluzione della questione rifiuti. Molto concretamente, invito voi cittadini di Aversa ad evitare di depositare per le strade rifiuti ingombranti, di dare fuoco agli stessi, soprattutto nella notte di Capodanno, a non utilizzare enormi buste di plastica, a preferire imballaggi poco voluminosi e fatti di materiale facilmente riciclabile. All’invito che con la testa e con il cuore vi rivolgo aggiungo un Buon Anno Nuovo a tutti, un nuovo anno che si porti via tutta la ‘monnezza’ del vecchio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico