Aversa

La Protezione Civile: “No a ruoli che non ci competono”

Protezione CivileAVERSA. «Il nostro compito è quello di fare prevenzione e sul territorio. Non vogliamo, né tanto meno possiamo, sostituirci ai vigili urbani». Ciro Nugnes, coordinatore del gruppo comunale di Protezione civile, mette i puntini sulle “i”, rifiutando per i suoi volontari ruoli che non competono loro, come la chiusura di varchi in assenza di pubblici ufficiali.

Oggi si presenteranno dall”assessore Della Valle con un progetto chiaro: nero su bianco saranno specificati tutti i compiti dei volontari del gruppo aversano di Protezione civile. «Non possiamo sobbarcarci altri ruoli, ma tutto quello che facciamo, spesso nell”ombra, lo facciamo con una reale volontà di servire il territorio che conosciamo bene. Purtroppo gli amministratori sono parchi di ringraziamenti, nonostante svolgiamo il nostro lavoro a costo zero a differenza di altri». L”amministrazione si avvia a siglare un nuovo protocollo di intesa, sulla falsariga di quella stilato lo scorso anno. Il protocollo dovrebbe prevedere per i volontari, in questo caso, un rimborso spese di 13 euro a persona al giorno. Compito principale, quello di supportare vigili per la chiusura dell”isola pedonale, il sabato e la domenica. «Ma per il transennamento e la chiusura dei varchi è necessaria la presenza di un pubblico ufficiale. Né noi, né altre associazioni possono sostituirsi a chi ha questa competenza», incalza Nugnes. Il gruppo comunale di protezione civile, nato tre anni fa ma operativo da due, continuerà in piena emergenza a supportare il nucleo ecologico della polizia municipale. «Siamo presenti nelle strade tutti i giorni, in particolare in questi momenti così difficili per spegnere i roghi di rifiuti». Rivendica soprattutto la competenza del suo gruppo, Ciro Nugnes: «Siamo in 45 e molti di noi hanno seguito corsi di formazione in Regione, senza contare l”esperienza decennale fatta sul campo prima come gruppo Victor India». Tra i volontari, anche un piccolo avamposto rosa, formato da quattro donne. «È un nucleo che si sta incrementando e che speriamo possa diventare sempre più numeroso, tenuto anche conto della speciale sensibilità femminile». Per l”assessore Della Valle il supporto della protezione civile è fondamentale. «Soprattutto nei periodi festivi come quelli che ci apprestiamo a vivere, avere un altro occhio vigile sul territorio è importante. Già sabato e domenica prossima, per il Festival nazionale degli artisti di strada, ci avvarremo del contributo della protezione civile lì dove ci sono gli artisti, mentre a presidio dell”isola pedonale saranno chiamati una ventina di volontari dell”associazione nazionale Carabinieri. Ai vigili spetterà il controllo della viabilità esterna». Sui compiti della protezione civile, Della Valle rilancia. «Una mia idea è che i volontari della protezione civile possano essere chiamati anche a presidiare la domenica il cimitero da cui spesso ci arrivano segnalazioni di disagi, a partire dal caos creato da ragazzi che pretendono di entrare con i motorini». In questo caso trattandosi di un progetto che esula dall”attività di volontariato svolta in caso di calamità naturale, è previsto un buono pasto.

da Il Mattino, mercoledì 05.12.07 (di Anna Sgueglia)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico