Aversa

Grimaldi (Nuovo Psi): “Il nostro degrado causato dalla politica”

Massimo GrimaldiAVERSA. “Guidare i processi e non navigare a vista: questa la vera mission della politica, necessaria per uscire da emergenze ormai croniche e valorizzare le risorse del nostro territorio”.

Lo ha detto il capogruppo del Nuovo Psi in consiglio regionale, Massimo Grimaldi, nell’intervento tenuto nel corso della conferenza programmatica “Terra di Lavoro tra emergenze e potenzialità di sviluppo”, tenutasi nella mattinata di domenica ad Aversa. “La crisi della politica – ha detto Grimaldi – è certamente una delle ragioni alla base del degrado della nostra provincia, considerata la Cenerentola della Campania. Basti pensare che, pur esprimendo un decimo dei consiglieri dell’assise regionale, Caserta non ha nessuna rappresentanza nell’esecutivo. Ad oggi – aggiunge – non esiste un piano di sviluppo che tenga in debita considerazione le varie anime del territorio, riconoscibili in diverse aree geografiche, ciascuna con proprie caratteristiche e potenzialità: agro-caleno- litorale domitio; agro aversano, alto casertano e conurbazione di Caserta. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: Terra di Lavoro vive una profonda crisi che investe tutti i settori dell’economia e che sta mettendo in ginocchio anche quello che era uno dei nostri fiori all’occhiello, la produzione agro-alimentare. Penso, in particolare, alla mozzarella di bufala, prima colpita dalla brucellosi, poi dall’individuazione dell’ennesima discarica nei luoghi che ospitano il 60% del patrimonio bufalino nazionale”. I lavori hanno preso il via con il caloroso saluto del sindaco della città normanna, Domenico Ciaramella alla numerosissima platea socialista che ha riempito la sala convegni dell’ex Macello e con l’introduzione del segretario provinciale, Nicola De Nuccio, che, nel rivendicare le scelte politiche compiute dal Nuovo Psi, ha rimarcato l’attualità dei valori socialisti, laici e riformisti di eredità craxiana. Hanno preso la parola Vincenzo Pepe, docente presso la II Università degli Studi di Napoli. e Nello Polese, docente presso la Federico II che hanno dato un contributo tecnico alla discussione, soffermandosi in particolare sul disastro ambientale prodotto nei tredici anni di gestione commissariale dei rifiuti e sulle soluzioni tuttora ignorate dal governo di centro-sinistra. Fabrizio Fiorito, segretario nazionale Uilm, ha affrontato il problema della crisi industriale di Terra di Lavoro, della condizione dei tanti lavoratori alle prese con gli ammortizzatori sociali e di tanti altri privi di qualsiasi sostegno. Il dibattito, moderato dal segretario regionale, Gennaro Salvatore, si è concluso con gli interventi di Ovidio Gadola, membro della segreteria regionale del Nuovo Psi e del segretario nazionale, Stefano Caldoro, che ha sottolineato l’esigenza di pianificare contro l’atteggiamento di un governo “assolutamente incapace di risolvere i problemi pratici e concreti di una provincia tanto complessa eppure tanto ricca di potenzialità”.

il convegno del Nuovo Psi all

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico