Aversa

Dissociatore molecolare, Centro Rosselli annuncia convegno

rifiuti mercato ortofrutticoloAVERSA. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Centro Studi e Documentazioni “Carlo Rosselli” sulla grave questione rifiuti.

“Il dramma dei rifiuti e del connesso inquinamento nell”Agro Aversano richiede un combinato disposto di iniziative urgenti ed inderogabili. Al di là delle indegne e vergognose speculazioni politico-partitiche alle quali pure stiamo assistendo in questi giorni da parte di tutti gli schieramenti ed al di là delle solite perdite di tempo e chiacchiere vane che concorrono solo ad aggravare il fenomeno ed a renderlo irreversibile, necessita un”azione a più largo raggio con:

A) la soluzione radicale del problema “smaltimento rifiuti”;

B) un costante e diffuso controllo istituzionale sulle fonti d”inquinamento;

C) uno screening periodico e completo sia del territorio, sia della cittadinanza, per bonificare le aree inquinate ed individuare preventivamente tutti i tipi di patologia tumorale connesse a tale inquinamento.

Per attuare ciò occorre che:

1) tutti sindaci dell’Agro Aversano, magari unitamente a quelli dell’area Napoli nord, richiedano allo Stato italiano il riconoscimento del “disastro ambientale” per il nostro territorio, anche attraverso una specifica manifestazione e corteo da tenersi in Roma, presso Palazzo Chigi (sede del Capo del Governo) e/o Montecitorio (sede della Camera dei Deputati). In tal modo lo Stato sarà costretto ad intervenire sul serio e con specifica attenzione, soprattutto finanziaria, ai nostri problemi. A ciò si dovrà aggiungere, a livello locale, la realizzazione di Commissioni speciali comunali di indagine e controllo, composte dai rappresentanti dei cittadini a loro volta in contatto con associazioni ecologiste, enti ed istituzioni sociali e sanitarie etc.

2) siano attivate le procedure per la più veloce realizzazione di Dissociatori molecolari (l’ultima frontiera tecnologica degli inceneritori eco-compatibili, assolutamente non inquinanti e non ingombranti nonché dal costo contenutissimo ed affrontabile) per lo smaltimento dei rifiuti “tal quali” sia a livello comunale che intercomunale.

Ricordando che tali dissociatori molecolari sono già da tempo in funzione in tutto il mondo e, solo per fare qualche esempio tra i tanti, in Europa (Islanda e Croazia, in Italia a Ferrara e prossimamente a Gioia del Colle), in Asia (Cina, Taiwan, Indonesia, Isole Filippine), in Africa (Repubblica Sudafricana), in America (Cile, Isole Cayman, Stati USA della Louisiana, Wyoming, Delaware, Washington, Indiana, Columbia, Alaska), in Oceania (Australia).

Prossimamente annunceremo la data, il luogo ed i relatori del convegno pubblico da noi organizzato sui Dissociatori molecolari”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico