Aversa

Cannavale: “An ad Aversa non era più un partito”

Pino CannavaleAVERSA. E’ nato ufficialmente anche ad Aversa, con la conferenza stampa di giovedì sera, che ha fatto registrare anche la presenza del responsabile provinciale Antonio Manzella e, ovviamente, del responsabile cittadino Pino Cannavale, La Destra che fa capo all’ex ministro della sanità Francesco Storace.

Cannavale, esponente di primo piano di Alleanza Nazionale, già consigliere comunale, aderisce a “La Destra” dopo aver preso parte anche all’assemblea costituente del nuovo soggetto politico, svoltasi nelle scorse settimane a Roma. Il panorama politico cittadino, come se ve ne fosse stato bisogno, si arricchisce dell’ennesima compagine politica. Cannavale, che già era stato per qualche tempo anche nella formazione politica di Alessandra Mussolini, ha dichiarato: “Nel 1995 sono stato a Roma come delegato aversano quando ci fu la svolta della destra. Da Msi diventammo Alleanza Nazionale. Ma oggi non mi riconosco più in questo partito. Io resto di destra e perciò ho aderito al movimento di Francesco Storace”. L’ex finiano non manca di criticare l’attuale dirigenza del partito a livello locale quando dichiara: “Il nostro partito ad Aversa ha sempre avuto visibilità. Attualmente, invece, la nostra dirigenza locale sembra aver dimenticato il radicamento in città. Infatti, nonostante An possa vantare ben tre consiglieri comunali e due assessori non c’è una sede cittadina, non ci sono più riunioni di partito, insomma non c’è più il partito. A fronte di questo deserto abbiamo solo dirigenti che utilizzano il territorio come serbatoio di voti”. E, quasi come prima provocazione, a latere della manifestazione politica del suo partito, pone l’accento sulla presunta differenza di trattamento tra Aversa e Caserta per quanto riguarda la questione rifiuta e afferma: “A Caserta raccolgono più rifiuti per strada. Le arterie del capoluogo sono quasi del tutto prive di rifiuti, mentre ad Aversa la situazione è ormai divenuta insostenibile. Ciaramella si fa valere meno di Petteruti?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico