Trentola Ducenta

“Fabbricaria”: spazio espressivo per associati e non

 Uno spazio inaugurato all’interno del Palazzo
municipale denominato “Fabbricaria room”: un luogo polifunzionale adibito
all’occorrenza per mostre, concerti, proiezioni. Uno spazio espressivo per associati e
non, la verve culturale che pervade Trentola Ducenta non si estingue come i
fuochi di paglia.

Un progetto in cui musica e visioni
si fondono, dando vita a nuove o ammodernate forme d’espressione artistica.
All’esordio in scaletta si sono susseguiti i concerti di Nuccini e Populous, ma
proiezioni di amatori e registi in erba riempiono il palinsesto in
preparazione. Perdersi in un atmosfera nuova, connubio tra sogno e realtà,
iniziativa rodata che prosegue con forte partecipazione giovanile: raggiunto
via net, lusingato il Presidente dell’associazione Nicola Apicella ha promosso la sua idea e l’impegno profuso nella
realizzazione degli eventi firmati Fabbricaria: ”le rooms nascono per sostenere la musica e l’arte indipendente,
promuovendo artisti e progetti degni di nota che hanno poco spazio e poca
visibilità nello scenario collettivo, noi
–continua Apicella- cerchiamo di far parlare i fatti, la
concreta realizzazione delle nostre iniziative è manifesto del reale impegno.
Immense sono le difficoltà, senza soldi si fa bene poco, visto il nostro coattivo autofinanziamento. Avere una fruizione di
pubblico elevata, soprattutto tra i giovani ci ripaga; anche se il sostegno delle
amministrazioni ci aiuterebbe. La nostra sede è all’interno del palazzo
municipale, in quanto luogo chiuso al pubblico negli orari serali, abbiamo la
piena responsabilità dell’intero complesso durante tutto l’arco temporale della
serata e ce la caviamo non male, per questo suppongo sia giusto dare più
credito ad associazioni particolarmente attive come la nostra
”. Per i
prossimi eventi il Presidente ci rimanda al 17 novembre 2007, ci teniamo a
ricordare i contatti in rete, mezzo
attraverso il quale “Fabbricaria” si promuove al pubblico: www.myspace.com/fabbricaria.

Sognare, a Trentola Ducenta,
non è mai stato così reale.

scritto da Gaetano Corvino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico