Italia

Meredith, dubbi degli investigatori sulla versione di Rudy

Rudy Hermann Geuede PERUGIA. In attesa della sua estradizione in Italia, per la quale la Procura tedesca di Coblenza deciderà entro la fine di questa settimana, Rudy Hermann Geuede insiste nell’affermare che Meredith Kercher sia stata uccisa da un italiano, più basso di lui, forse con i capelli castani e mancino.

“Mi ha colpito brandendo il coltello con la mano sinistra”, ha detto. Ma gli investigatori non sono convinti, soprattutto perché nessuna traccia di Dna di un uomo non identificato è stata ritrovata sul luogo dell’omicidio e sul coltello da cucina trovato a casa di Raffaele Sollecito, ritenuta l’arma del delitto, sono state rilevate tracce di Meredith sulla lama e di Amanda Knox sull’impugnatura. L’ivoriano potrebbe mentire anche sul fatto che il suo rapporto sessuale con la vittima sia stato “consenziente”, contrariamente alla prima perizia (si attende la seconda) del medico legale che accerta la violenza sessuale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico