Cesa

Cantiere perenne al Municipio

Comune di CesaCESA. Dopo più di un anno dall’avvio dei lavori, la ristrutturazione del municipio non è stata ancora ultimata. E tornano a fioccare le polemiche all’indirizzo dell’amministrazione. E se in passato a protestare contro l’allora esecutivo Fiorillo erano stati anche i dipendenti comunali costretti a lavorare in un cantiere aperto, ora sono cittadini e partiti politici a incalzare il sindaco De Angelis.

Municipio CesaIl circolo di Alleanza Nazionale, presieduto dal consigliere comunale di opposizione, Giovan Battista Romeo, ha chiesto chiarimenti immediati, da parte dell’amministrazione comunale, riguardo al blocco dei lavori di ristrutturazione della casa comunale. «I lavori – recita un manifesto di An affisso in questi giorni – sono fermi ormai da molti mesi. Il partito di An, da sempre sensibile ai bisogni e alle richieste della cittadinanza, pretende risposte chiare e definitive, per andare incontro ai disagi e ai malumori della popolazione che da mesi è costretta a fare la spola tra le sedi del comune di Piazza De Gasperi e la sede di villa Aldo Moro». E in effetti, non mancano le proteste della popolazione per i numerosi disagi dovuti appunto alla dislocazione degli uffici in due sedi differenti. «Non riusciamo a capire – affermano alcuni cittadini – perché i lavori di ristrutturazione si stiano protraendo all’infinito, con gravi ripercussioni sulla gente». Il municipio di piazza De Gasperi è interessata da una complessa opera di ristrutturazione per l’adeguamento dell’edificio alla norme di sicurezza e per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Ma nel frattempo gli uffici hanno continuato a essere operativi. Da qui le polemiche del personale comunale, che in particolare sotto la gestione dell’allora sindaco Fiorillo criticarono fortemente gli amministratori. Solo una parte degli uffici è stata trasferita nel centro polifunzionale della villa Moro, mentre nell’immobile in piazza De Gasperi sono rimasti il settore amministrativo, il protocollo, la segreteria, l’ufficio elettorale, il comando vigili e l’anagrafe.

Il Mattino (ENRICA MANGIACAPRE)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico