Caserta

Rsu pubblico impiego: elezioni dal 19 al 22 novembre

Sergio D'AngeloCASERTA. Si svolgeranno nei giorni 19, 20, 21 e 22 novembre 2007 le elezioni per il rinnovo delle Rsu nel pubblico impiego nella provincia di Caserta.

La tornata elettorale risulta essere molto importante per il numero delle liste in campo e per la qualità dei candidati e delle risposte che i lavoratori attendono. L’Ugl (Unione Generale del Lavoro), il sindacato guidato da Renata Polverini, conta molto su questo appuntamento tanto da aver presentato un cospicuo numero di liste in giro per la provincia. All’Inps, alla Direzione provinciale del lavoro, al tribunale, alla agenzia delle entrate, al Carcere di Santa Maria, all’Ospedale di Caserta, nelle Asl ed in molti Comuni la Ugl c’è. “Queste elezioni”, dichiara Sergio D’Angelo segretario provinciale della Ugl, “rappresentano per la nostra organizzazione sindacale un vero e proprio spartiacque, negli ultimi tempi è stato certificato il superamento degli iscritti della alla ugl operato ai danni della Uil, adesso ci tocca dimostrare nei fatti la qualità dei nostri uomini e delle nostre proposte. La Ugl è un sindacato decisamente svincolato da qualunque logica politica, non siamo certamente asserviti ai partiti della sinistra come tal altri sindacati che tanto parlano, ma che nei fatti non protestano mai contro l’attuale governo, né siamo troppo legati a quelli di destra che vedono nel popolo delle partite Iva il loro tradizionale bacino elettorale. Nelle nostre fila ci sono lavoratori provenienti da tutte le culture politiche, ma noi mettiamo al centro della nostra agenda civile l’impegno nel mondo del lavoro. Come ha recentemente affermato alla manifestazione di Napoli, dove da soli abbiamo portato in piazza migliaia di persone, il nostro segretario nazionale Renata Polverini, noi facciamo solo sindacato. A noi interessa capire nel merito cosa vuole fare il governo dei lavoratori del pubblico impiego, se cioè, al di la degli slogan e delle offese che spesso ci vedono etichettare questi lavoratori come fannulloni, abbia seriamente intenzione di organizzare il settore. Non abbiamo paura che vengano applicati criteri meritocratici, anzi, li auspichiamo, è la ricetta del tre per uno che non ci va giù”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico