Campania

Nicolais al convegno de L”Orientale a Bruxelles

Luigi NicolaisNAPOLI. Il circolo Palombella, in collaborazione con la Fondazione Mezzogiorno Europa e l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, ha organizzato a Bruxelles il convegno “Rilancio dell’Europa: basta un trattato?”.

All’appuntamento, che si terrà martedì 27 novembre, alle ore 20, presso il Residence Palace (Sala Polak, 155 Rue de la Loi), parteciperà il ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione, Luigi Nicolais. “Dopo sei anni di negoziati e di ripensamenti, che hanno comportato la clamorosa bocciatura del Trattato costituzionale nel 2005, un nuovo Trattato è stato approvato a Lisbona il 19 ottobre 2007. L’Europa riprende di nuovo la sua marcia. Basterà il Trattato di Lisbona ad affrontare le nuove sfide?”. Sarà questo il tema del dibattito. Assieme a Nicolais, saranno presenti altri autorevoli esponenti del panorama politico europeo e del mondo universitario: Mario Mauro (vicepresidente del Parlamento europeo), Gianni Pittella (presidente della delegazione italiana del gruppo Pse al Parlamento europeo), Biagio De Giovanni (professore di Storia delle Dottrine politiche all’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e ex presidente della commissione istituzionale del Parlamento Europeo), Pasquale Ciriello (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”), Andrea Geremicca (presidente della Fondazione Mezzogiorno Europa). A moderare: Andrea Pierucci, capo unità Segretariato Generale della Commissione europea.

Per l’occasione, il socialista Gianni Pitella commenta: “La nostra regione e le nostre città soffrono troppo spesso di un isolamento rispetto all’Europa, che è quadro politico di riferimento per le iniziative che possono aspirare ad avere un futuro. Da alcuni anni la Fondazione Mezzogiorno Europa svolge un’attività culturale di ponte fra le istituzioni europee e la nostra regione/città. Membri illustri della Fondazione quali il nostro presidente della Repubblica Giorgio Napolitano o Biagio de Giovanni hanno contribuito in quanto Parlamentari Europei , che mi hanno preceduto, a rafforzare questo legame. Vera e propria pioniera della costruzione di un rapporto efficace con Bruxelles è stata l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale che da alcuni anni invia un nutrito gruppo di stagiaires ad apprendere i mestieri comunitari nella capitale europea. Ho peraltro avuto modo di apprezzare l’operato di questi stagiaires sia ospitandone alcuni sia incontrandoli in diverse occasioni. Dobbiamo tutti impegnarci nello sforzo di garantire un futuro ai nostri giovani. Andranno a presentarsi pubblicamente a Bruxelles e a contribuire al dibattito sul futuro della costruzione europea. Mi fa immensamente piacere aver contribuito allo sviluppo di questa iniziativa che sarà completata da incontri con membri della Commissione europea e di prestigiosi Istituzioni accademiche del Belgio. Questa bella storia deve svilupparsi ulteriormente. La sera stessa del 28 Novembre avrò una riunione con i rappresentanti dell’Università L’Orientale e la Fondazione per delineare il programma d’azione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico