Campania

Lavezzi salva gli azzurri, Calaiò da schiaffi

Lavezzi esulta per il gol del pareggioNAPOLI. “El Pocho” salva il Napoli dall’incubo. La Reggina, alla prima gara con il nuovo tecnico Renzo Ulivieri, sfiora il colpaccio al San Paolo, andando in vantaggio per 1-0 all’ottavo della ripresa con un colpo di testa di Vigiani.

Il Napoli prova in tutti i modi a reagire ma i calabresi si arroccano in difesa. Fino a quando Lavezzi, in mischia con batti e ribatti nell’area avversaria, infila un rasoterra alla destra di Campagnolo. I quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro Rizzoli non sono bastati agli azzurri per andare oltre il pareggio. In realtà, Zalayeta in azione con la Regginail Napoli aveva avuto la possibilità agguantare l’1-1 già al 30’ del secondo tempo quando il direttore di gara concedeva un rigore dopo che Aronica atterrava al limite dell’area l’inesauribile Lavezzi, dopo un assolo spettacolare dell’argentino. Sul dischetto sarebbe dovuto andare il primo rigorista Domizzi (che nella gara con la Juventus aveva infilato per ben due volte Buffon davanti a 70mila spettatori) e invece si “impossessava” del pallone Calaiò, entrato al 21’ della ripresa al posto di Zalayeta. L’attaccante palermitano tirava alla sinistra di Campagnolo (specialista dei rigori) e si faceva parare il tiro. Furibondo il pubblico, così come Reja, il quale ha però la colpa di non essersi fatto sentire. Certo, se avesse segnato ora si parlerebbe di un Calaiò in gran spolvero ma, ad ogni modo, molte critiche ora piovono sul tecnico azzurro, che è rimasto passivo a guardare il piccolo teatrino offerto dall’attaccante. Per quanto riguarda il resto della gara, il Napoli ha cambiato gli esterni di centrocampo, schierando Grava e il debuttante Rullo, recuperando Zalayeta in attacco, mentre Ulivieri con il suo arrivo ha dato sprint alla Reggina, impostando una difesa a cinque, rafforzando il centrocampo e mettendo in campo sul fronte offensivo Ceravolo accanto ad Amoruso. Nel primo tempo, gli ospiti hanno creato alcune occasioni pericolose, grazie soprattutto alle invenzioni di un Vigiani in giornata di grazia. Al 16’ il Napoli ha sfiorato il vantaggio su tiro di Hamsik, salvato di piede dal provvidenziale Campagnolo.

Al 39’ possibilità per la Reggina con cross di Modesto per Ceravolo, che ha mancato di poco l’aggancio. Nella ripresa, Ulivieri ha sostituito Ceravolo con il brasiliano Joelson per dare maggiore profondità all’azione. Dopo otto minuti è arrivato il gol dei calabresi su calcio d’angolo, con Vigiani che ha beffato di testa un immobile Zalayeta. Il Napoli ha reagito dopo qualche minuti con un colpo di testa di Bogliacino ma Campagnolo si è fatto trovare pronto. Al quarto d’ora Reja ha tolto il difensore Contini per Sosa e, sei minuti dopo, Zalayeta per Calaiò, ma la Reggina, come dicevano, si è chiusa a riccio nella propria metà campo. A mettere scompiglio fra gli avversari ci ha pensato Lavezzi, prima al 22’ con un tiro che ha impegnato non poco Campagnolo, poi al 30’ quando, dopo aver superato due avversari, è giunto al limite dell’area ed è stato buttato giù da Aronica. Rigore, che Calaiò falliva miseramente. Il Napoli non mollava e, dopo un tiro al 36’ di Gargano, centrava il pareggio con El Pocho allo scadere. Al quarto ed ultimo minuto di recupero, Gargano ci ha provato con una punizione: tiro preciso ma troppo debole per impensierire il portiere reggino. Gli azzurri ora sono al settimo posto in classifica, in compagnia del Palermo, mentre la Reggina non riesce a cogliere la prima vittoria in campionato, restando ultima a sei punti col Livorno.

NAPOLI-REGGINA 1-1

NAPOLI (3-5-2): Iezzo; Contini (15’st Sosa), Cannavaro, Domizzi; Grava, Hamsik, Gargano, Bogliacino, Rullo (29’st Garics); Lavezzi, Zalayeta (21’st Calaiò). In panchina: Gianelli, Montervino, De Zerbi, Dalla Bona. Allenatore: Reja.

REGGINA (5-3-2): Campagnolo; Vigiani (35’st Alvarez ), Lanzaro, Valdez, Aronica, Modesto; Barreto, Cascione, Hallfredsson; Ceravolo (1’st Joelson, 43′ st Missiroli), Amoruso. In panchina: Novakovic, Cherubin, Stadgaard, Cozza . Allenatore: Ulivieri.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna 6.

RETI: 8’st Vigiani; 45’st Lavezzi

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico