Campania

Il Pd di Parete: …per tutto il resto c”è la Ginettcard

Luigi VerrengiaPARETE(Caserta). Singolare iniziativa quella intrapresa dai giovani del Partito Democratico. Con un volantino lanciano uno sfottò vero e proprio nei confronti del sindaco Luigi Verrengia. Infatti, hanno inventato la “ginettcard” per illustrare gli sprechi dell’amministrazione comunale.

Il volantino è stato distribuito domenica mattina nella piazza principale del paese. L’illustrazione era molto precisa: “Per tutto il resto c’è ginettcard”, simpatico slogan copiato dalla nota pubblicità della Mastercard. I giovani del Pd, con a capo il consigliere di opposizione Raffaele Vitale, hanno illustrato i motivi della loro iniziativa. Si parte dai telefonini cellulari che il sindaco ha messo a disposizione, a spese dei cittadini, per tutti i consiglieri comunali. “Io non accetto che mi venga dato il cellulare pagato dai cittadini. – commenta il consigliere Vitale – Mi hanno chiamato per andarlo a ritirare ma io ho rifiutato l’invito”. Altra nota presente sul volantino: i 107mila euro di spesa per mantenere il sindaco e gli assessori comunale, somma che con la giunta Verrengia è aumentata considerevolmente rispetto alla precedente giunta Volpe. Infine i 30mila euro che si spenderanno per il nucleo di valutazione, ben tre membri del centrodestra, per fare da “guardiani” ai dipendenti comunali e i capi area. “Per i cittadini non ci sono più problemi, basta ritirare la ginttcard per vivere sereni”, ironizzano dal Pd.

Un”amministrazione, quella di Verrengia, chesta fallendo il tentativo di dare una svolta al paese. Lo si percepisce dalla gente e dall’immobilismo amministrativo della giunta.Unfallimento visibile, chesi tocca con mano. L”ennesima delusione, dopo il disastro delle precedenti amministrazioni di centro sinistra, che brucia la speranza di spazzare via quella “nuvola di Fantozzi” che da 30 anni incombe sulla città di Parete.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico