Campania

Discariche, Pansa pronto per le requisizioni

Alessandro PansaEntro 24 ore scatteranno le requisizioni delle aree in cui saranno allestiti i siti di stoccaggio per le ecoballe, uno per ogni provincia e uno a Napoli città: il commissariato straordinario ai rifiuti stringe i tempi, nell’obiettivo di aprire subito i cantieri (i lavori dureranno trenta giorni) e onorare così la scadenza della chiusura di Taverna del Re fissata al 20 dicembre.

Ultime ore dunque per i presidenti delle Province, per intervenire sulle scelte e proporre siti alternativi. Trattative sono ancora in corso per Salerno, dove Atena Lucana sembra l’ipotesi più accreditata, e per Caserta, dove in extremis Pignataro potrebbe cancellare il sito di Carinola dalla mappa del prefetto Alessandro Pansa. Di certo domani il commissario avrà già firmato le ordinanze e potrà renderne conto a Bruxelles, al cospetto della Commissione europea, laddove l’Italia e la Campania in particolare devono difendersi dall’accusa di infrazione. In quella sede Pansa spiegherà cosa è accaduto negli ultimi anni nella gestione delle discariche e illustrerà in che modo il piano regionale dei rifiuti adeguerà l’impiantistica al fine di risolvere i nodi, senza danni per l’ambiente. Alla stessa maniera mercoledì Pansa sarà a Roma per proseguire la seduta nella commissione bicamerale d’inchiesta sul ciclo rifiuti (presidente Roberto Barbieri) interrotta la settimana scorsa per il dibattito in corso in parlamento sulla Finanziaria. E potrebbe approfittare dell’occasione per un passaggio a Palazzo Chigi, dove Pansa ha il compito di riferire (al premier Romano Prodi o, più probabilmente, al sottosegretario Enrico Letta) sia sulla vicenda dei siti, sia sull’esito dell’incontro di Bruxelles. Intanto in regione è sempre caldo il fronte della protesta contro le indicazioni del commissariato sui siti per le ecoballe. Proprio oggi a Poggioreale si svolgerà la Fiaccolata della speranza, così come l’hanno definitiva i comitati civici. Appuntamento in Cupa Principe alle 19.30, di fronte ai grattacieli di via Stadera, nella piazzola adiacente all’edificio della Protezione civile. Tensioni anche in provincia per il sito di Casamarciano. Stamane il sindaco di Comiziano Lidio Alfieri, a nome di tutti gli amministratori comunali dell’hinterland nolano, chiederà un incontro con il presidente della provincia di Napoli, Dino Di Palma e con quello della commissione ambiente del Senato, Tommaso Sodano, con l’obiettivo di scongiurare l’arrivo dei rifiuti in una zona dove già sorgono due discariche e un impianto di Cdr. Mentre l’unità di crisi istituita dal consiglio comunale di Casamarciano e presieduta dal sindaco del piccolo centro, Ferdinando Primiano, in serata fisserà la data di una manifestazione di protesta che potrebbe essere organizzata nei prossimi giorni. Proteste ci sono state anche ieri, sia in Irpinia che nel Beneventano in difesa di Petruro e Morcone Colle Alto: ma lì i giochi sembrano fatti, in mancanza di alternativa valide dai territori. E sulle responsabilità dei presidenti delle Province Pansa è pronto ad essere severo nella relazione conclusiva a Palazzo Chigi. Da segnalare che a Taverna del Re oggi arriveranno dalla Germania i teloni mancanti per ultimare la copertura delle balle entro domani.

da Il Mattino, lunedì 19.11.07 (di Corrado Castiglione)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico