Aversa

Ennesimo sciopero dei Lavoratori Socialmente Utili

Lsu durante il precedente scioperoAVERSA. Lavoratori socialmente utili nuovamente sul piede di guerra. Ieri mattina, le oltre 70 unità hanno letteralmente bloccato l’attività amministrativa dell’Ente comunale. Le richieste sono sempre le stesse ma, questa volta, come promesso, hanno attuato un pacifico “sciopero bianco”.

Tre le priorità: assunzione part-time di quattro nuove unità, applicazione della legge 56/97 in materia di trasparenza sull’impiego, sorteggiare i nomi da immettere nell’organigramma comunale. “Non vogliamo che le due unità da assumere vengano prelevate scorrendo la graduatoria, vogliamo invece che si tengano presenti titoli, carichi di famiglia e reddito”, hanno dichiarato una folta rappresentanza di Lsu che ieri mattina è stata incontrata dal sindaco Domenico Ciaramella. “Nel bilancio di previsione 2007, approvato in Consiglio Comunale, si era deciso per la stabilizzazione di due Lsu, un B1 amministrativo ed un B1 operaio, proprio per meglio distribuire le competenze su due settori. – ha precisato l’assessore al personale Pasquale Diomaiuta – La modalità di assunzione è stata stabilita per lo scorrimento della graduatoria esistente,tale metodo ripeto deciso in sede deliberante in consiglio comunale”. Ma i lavoratori non ci stanno ed un primo risultato lo hanno raggiunto. La fascia tricolore ha promesso di portare all’attenzione dell’interpartitico di mercoledì prossimo la vicenda, ed eventualmente optare per il sistema di una nuova selezione proprio per venire incontro alle esigenze dei Lavoratori socialmente utili. Se questo non accadrà, il monito è stato lanciato: incroceranno le braccia fino a che non verranno esaminatele loro richieste.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico