Aversa

Asl, elezioni Rsu: anche i precari hanno diritto a partecipare

Angela Ruggiero AVERSA. Anche i lavoratori atempo determinato hanno diritto di elezione, sia attiva che passiva. E’ questa la precisazione che giunge dai vertici dell’Asl Ce2 dopo le dure critiche in proposito da parte di Cisl e Uil.

“Nell’ambito delle direttive della Finanziaria 2006, anche i lavoratori a progetto della Pubblica Amministrazione, purchè contrattualizzati con selezione di evidenza pubblica, -ha dichiarato attraverso un comunicato stampa la manager della struttura sanitaria aversana Angela Ruggierovanno considerati a tutti gli effetti in servizio presso gli enti in questione. Questo in considerazione di un ampliamento dei loro diritti. Appare, quindi, senza dubbio anacronistico e inedito che proprio Cisl e Uil mettano in discussione questo segmento dell’elettorato”. Il direttore generale poi evidenzia: “Sembra quantomeno strano che le stesse sigle sindacali di un’altra azienda sanitaria campana, abbiano presentato ricorso al giudice del lavoro in seguito all’esclusione di questa fascia di lavoratori dalle liste elettorali. Ricorso peraltro vinto. Non posso che rimanere strabiliata dall’atteggiamento tenuto dai rappresentanti dell’Asl Ce2 di queste sigle sindacali che, in questo caso, sconfessano persino le direttive nazionali e, peraltro, fanno ricorso al comitato dei garanti quando l’unico competente in materia è il giudice del lavoro. Non sono accettabili accuse di illegalità che riguardano questa Asl, semmai è un paradosso che Cisl e Uil mi ‘accusino’ di difendere i diritti dei giovani lavoratori e utilizzino due metri e due misure”. “I settanta lavoratori in questione, vincitori tramite avviso pubblico e procedure selettive, – afferma da parte sua Piero Teo, responsabile aziendale delle relazioni sindacali – sono a tutti gli effetti in servizio presso l’Asl Ce2. La stessa circolare Aran (Agenzia per la rappresentanza negoziale nelle pubbliche amministrazioni) chiarisce che i lavoratori interessati sono quelli in servizio, inclusi quelli per i quali è avviato o in corso un processo di stabilizzazione. Tutto ciò in un’ottica che tende a riconoscere anche a questi lavoratori quei diritti e quella tutela che la legge riserva al lavoro dipendente. In questo senso, anche il consiglio regionale della Campania sta lavorando ad un intervento legislativo per individuare i criteri e i requisiti per la stabilizzazione di questi lavoratori”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico