Teverola

Parte la raccolta differenziata, ma An solleva primi problemi

operatori impegnati nella raccolta differenziataTEVEROLA. Dopo lunghi anni di attesa, tra promesse e proteste, parte la raccolta differenziata a Teverola, che fino ad oggi “vantava” lo status di unico comune dell’agro aversano a non avere usufruire del servizio.

Ma i problemi, tuttavia, non mancano. Il circolo cittadino di Alleanza Nazionale, che in questi anni, attraverso il consigliere di opposizione Raffaele Improta, ha sollevato pesanti critiche per spingere l’amministrazione e la GeoEco all’avvio del servizio, invita l’assessore al ramo a far modificare le buste per la raccolta. “Le buste – afferma il presidente di An, Raffaele Trombetti – sono troppo piccole e di facile rottura, quindi non mettono i cittadini in condizione di poter facilitare la raccolta”. Lo stesso Trombetti, inoltre, invita la GeoEco a fornire ai cittadini dei contenitori in plastica grandi per umido, plastica e vetro, a prezzi concorrenziali, ognuno a spese dei richiedenti. Ultimo appunto del presidente riguarda la presenza massiccia di rifiuti nelle zone periferiche: “Auspichiamo che nella zona Pip, nella zona industriale e nelle periferie si ritorni alla normalità, eliminando la mole di immondizia depositata abusivamente”. Intanto, il consigliere Improta invita l’amministrazione comunale ad attuare seri controlli sul territorio, “sanzionando chi deliberatamente brucia i rifiuti e chi non si attiene alle regole impartite dalla raccolta differenziata”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico