Sant’Arpino

Furto record ai danni del commerciante Cicatiello

furto ai danni del commerciante CicatielloBruttissima disavventura quella capitata nel cuore della notte fra domenica e lunedì al noto commerciante santarpinese Salvatore Cicatiello. Mentre l’intero nucleo familiare, comprendente lo stimatissimo esercente atellano del legno, la moglie e i tre figli, dormiva i ladri si sono introdotti nell’abitazione al civico 31 di Via Vittorio Veneto narcotizzando tutti con il classico spray.

A questo punto i malviventi hanno razziato tutto ciò che potevano portando via denaro contante, assegni, oggetti in oro, preziosi di ogni genere e tutto quello che hanno trovato sotto mano per un bottino totale di diverse decine di migliaia di Euro. Un vero e proprio choc, dunque, ieri mattina al risveglio per la famiglia Cicatiello che alle prime luci dell’alba ha dovuto fare i conti con l’amara sorpresa. Appena passato lo sbigottimento per l’accaduto, il signor Salvatore si è recato presso la locale stazione dei Carabinieri per sporgere denuncia. La notizia ieri (lunedì) ha fatto in poche ore il giro del paese, considerato anche il fatto che Cicatiello è un commerciante molto conosciuto e apprezzato, che molto ha dato e continua a dare, anche in termini di occupazione, alla comunità di Sant’Arpino. E se si eccettuano le dimensioni economiche del “colpo” va detto che quella dei furti nelle abitazioni private sta diventando, purtroppo, un’amara realtà con cui i santarpinesi convivono da diverso tempo a questa parte. Molti, infatti, sono stati i raid messi a segno negli ultimi mesi con ladri che, senza alcun tipo di scrupolo, ormai paiono disposti a tutto pur di raggiungere i propri obiettivi. Una vera e propria emergenza sicurezza che periodicamente si ripropone senza che nessuna contromisura venga approntata, facendo diffondere nella collettività un senso di profonda insicurezza. E nonostante gli sforzi continui delle forze dell’ordine, che fanno quello che possono nonostante risorse umane ed economiche molto risicate, i criminali la fanno da padroni. Un fenomeno in recrudescenza che trova, forse, una delle sue spiegazioni anche nel mancato censimento dei numerosissimi extracomunitari presenti sul territorio comunale. Nonostante i ripetuti appelli e inviti della cittadinanza, mai gli enti preposti, a cominciare da quelli locali, Comune in testa, si sono attivati per fare il punto della situazione onde capire il numero reale di queste persone, di diversa etnia, presenti nei confini civici. Nessuna iniziativa di supporto alle forze dell’ordine è stata intrapresa, lasciando il paese totalmente in mano ai malintenzionati, che ogni giorno mettono a segno scorribande su scorribande. E vista la spietatezza di tali bande alle famiglie come quella di Salvatore Cicatiello l’altra sera sembra essere andata anche di lusso visto che i criminali si sono “limitati” a derubarli senza accanirsi sulle persone, come purtroppo spesso e volentieri accade.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico