Sant’Arpino

Capasso, Savoia nel Pd: “Nulla di politico”

Giuseppe Savoia“Il confronto fra l’onorevole Lorenzo Diana e il Sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Savoia andato in scena l’altra sera su un’emittente televisiva locale ha dimostrato ancora una volta la pochezza politica di un personaggio, come il primo cittadino atellano, che non è stato in grado di esprimere un concetto che ne fosse uno”.

Così l’ex vicesindaco di Sant’Arpino, ed attuale esponente di “Uniti per l’Alternativa”, Ernesto Capasso, sul faccia a faccia fra l’esponente che ha appoggiato la lista “Campania Democratica” che ha portato alla segreteria regionale l’onorevole Tino Ernesto CapassoIannuzzi, ed il rappresentante della fazione de “I Coraggiosi” che ha appoggiato il Presidente della Provincia Sandro de Franciscis. “Mi spiace – prosegue Capasso – che il numero uno della giunta di Terra di Lavoro abbia scelto come suo rappresentante un personaggio come il Savoia capace di indicare quale unica ragione della nascita del PD quella di arrivare al superamento dell’attuale legge elettorale, e dico questo senza alcun pregiudizio di carattere personale visto che dal punto di vista umano ho il massimo rispetto della persona e delle istruzioni da lui rappresentate. Il Sindaco ha avuto il coraggio di presentarsi lui stesso come il nuovo che avanza e definire l’onorevole Diana come un esempio della vecchia politica ante legge 142. Siamo al ridicolo basterebbe rammentare che Savoia è sulla scena pubblica ormai da 20 anni, durante i quali si è reso protagonista di vicende a dir poco penose come i continui cambi di casacca motivate da esigenze prettamente personalistiche. E anche l’ultima adesione alla lista di De Franciscis sta a dimostrare tutto ciò, visto che ci troviamo innanzi ad una vera e propria formazione ad personam, che pretendeva di rappresentare la società civile. Altro paradosso visto che quanti non hanno fatto politica sono stati rappresentati dal Presidente provinciale e da un sindaco. Il nostro primo cittadino nel suo intervento ha avuto anche la faccia tosta poi di parlare di trasparenza, accusando a destra e a manca di voto poco limpido, proprio lui che gestisce la cosa pubblica come un assediato in un bunker. Senza dimenticare la trasparenza del suo caro fratellino Carlo che nelle ultimissime settimane da Forza Italia è passato al PD come se nulla fosse, solo per ottenere qualche vantaggio a titolo personale. È la solita storia i Savoia proveranno con Giuseppe ad ottenere qualche assessorato provinciale e Carlo che punta a qualche incarico di tipo amministrativo. Un modus operandi non nuovo e che ha letteralmente stancato i santarpinesi che hanno bocciato sonoramente la lista de “I Coraggiosi”. Grazie alla splendida intuizione politica del giovane avvocato Angelo Lettera e dei suoi sodali che ha portato alla candidatura del consigliere Giovanni Pacciarelli i nostri concittadini che si riconoscono nel PD hanno potuto scegliere e hanno fatto capire di non poterne più di Savoia e della sua pletora di sudditi. Nulla ha potuto il battaglione di assessori, consiglieri, tecnici e amministratori messi in campo di fronte al disgusto della popolazione. Un personaggio del genere nei giorni scorsi si è permesso finanche di dare patenti di legittimità circa l’adesione al PD di esponenti di primo piano quali l’onorevole Pierino Squeglia, l’assessore Ubaldo Greco fino ad arrivare all’onorevole Lorenzo Diana. Un personaggio in cerca d’autore che punta a rivestire un ruolo di primo piano e mediazione a livello provinciale nonostante a Sant’Arpino ha sempre praticato la politica del muro contro muro, non tentando mai la via del dialogo anche se questa dovrebbe rappresentare per lui una strada maestra nel suo agire istituzionale. Noi come componenti di un partito di centro sinistra che vuole costruire un percorso sinergico con il Partito Democratico ci auguriamo che tale neonato movimento, a cui vanno i nostri migliori auguri, continui a muoversi seguendo le azioni di uomini quali Diana, Squeglia e via di seguito, che al centro del proprio agire hanno sempre messo la politica e gli interessi della collettività”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico