Italia

Dida, dopo la sceneggiata possibile stangata UEFA

Dida che esce in barella dopo il presunto schiaffoMILANO. Il portiere brasiliano Dida e il Milan sono ormai separati in casa. Dopo la “papera” di Glasgow sul gol di McDonald, che è costata la sconfitta ai rossoneri, nervi sempre più tesi tra la società e il portiere.

Quello che non è andato giù alla società rossonera, è stata la sua sceneggiata dopo il “presunto” buffetto ricevuto dal solitario invasore scozzese (identificato, bandito a vita dalle partite del club scozzese e denunciato per un singolare disturbo della quiete pubblica). I replay hanno dimostrato che sarebbe stato soltanto sfiorato e tutto il resto è stata una sceneggiata. L’UEFA, ha ora aperto un’inchiesta che potrebbe costare a Dida, una lunga squalifica per comportamento antisportivo. Anche Valerio Staffelli di “Striscia la notizia” si è mobilitato per consegnargli il Tapiro d’oro per la sua favolosa interpretazione del ruolo di cascamorto, ma non è riuscito nell’impresa. Sta di fatto che la società e soprattutto Carletto Ancelotti, stanchi ormai delle sue ultime uscite, avrebbero già dato l’assenso per una sua imminente cessione e per il ritorno già a gennaio di Cristian Abbiati, ora in prestito all’Atletico Madrid. Infatti Dida domenica compirà 34 anni, guadagna sui 4 milioni di euro a stagione ed ha un contratto fino al 2010, riusciranno nell’ardua impresa di trovare qualche acquirente?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico