Italia

Cristina Fernandez nuovo presidente argentino

Cristina Fernandez BUENOS AIRES. Cristina Fernandez è il nuovo presidente della Repubblica Argentina e succede al marito Nestor Kirchner alla guida dello Stato sudamericano.

Nestor Kurchner con Cristina FernandezLa “Hilary latina”, così come è stata definita dal Time per le caratteristiche in comune con Hilary Clinton (oltre ad essere first lady, è anche senatrice e avvocato come la moglie dell’ex presidente Usa), è il primo presidente donna eletto nella storia dell’Argentina. Isabelita, la terza moglie di Juan Peron, succedette infatti automaticamente al marito nel 1974 perché era vicepresidente. La 54enne, partita favorita, ha ottenuto una percentuale di consenso tra il 42 e il 46%, staccando di dieci punti il secondo arrivato, Elisa ‘Lilita’ Carrio, 51 anni, della sinistra radicale (Coalizione civica), seguita dall’ex ministro dell’Economia Roberto Lavagna, 65 anni, e da altri undici candidati. Il marito Nestor, dopo un solo mandato, con cui ha determinato la riscossa economica del Paese, le cede il posto. Non sono mancate voci che parlavano di “brogli” e di “schede rubate” in alcune zone, prontamente smentite dal ministro dell’Interno Anibal Fernandez: “Sono state le elezioni più cristalline mai viste in Argentina. Non c’è stata nessuna denuncia di frodi”, ha risposto ai giornalisti.

Candidata per il Fronte Nazionale per la Vittoria (Frente para la Victoria, ala sinistra del movimento peronista), Cristina Fernandez è sposata dal 9 marzo 1975 con Nestor Kirchner, presidente uscente, suo ex compagno di studi, che ha affiancato passo dopo passo nell’ascesa politica. Poco dopo le nozze, per sfuggire alla repressione della dittatura (1976-1983), entrambi si trasferiscono in Patagonia, a Rio Gallego (2.500 chilometri da Buenos Aires) dove si dedicano alla professione di avvocato. Hanno due figli: Maximo e Florencia. E proprio nella provincia di Santa Cruz comincia l’ascesa politica di Cristina. Nel 1989 è eletta deputata provinciale, viene confermata nel 1993. Nel 1995 accede al Senato nazionale in rappresentanza di Santa Cruz. Nel 1997 è deputata nazionale mentre, nel 2001, torna in Senato per la stessa provincia. Nelle elezioni legislative del 23 ottobre 2005 è eletta senatrice per la provincia di Buenos Aires, guidando il Frente para la Victoria, una costola del Partito Giustizialista.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico