Caserta

La Provincia promuove le sue eccellenze in Spagna

Franco CapobiancoCASERTA. Nasce a Madrid “Spazio Caserta”, una vetrina di prestigio per il sistema delle eccellenze casertane, che avrà la sua sede all’interno dell’Istituto di cultura italiana di Madrid. È uno dei frutti della convenzione quadro di collaborazione firmata stamane in conferenza stampa tra la Provincia di Caserta e l’Istituto.

“Si tratta di uno spazio collocato nel Caffè letterario dell’Istituto, concesso a titolo gratuito per tre anni, in cui poter predisporre corner espositivi e realizzare eventi e manifestazioni di promozione imprenditoriale e culturale. Il protocollo di oggi arriva a conclusione di tre mesi di lavoro degli staff, a cui va il mio ringraziamento”, ha spiegato l’assessore provinciale alle Attività produttive e Politiche comunitarie, Franco Capobianco, motore del progetto di valorizzazione del “Made in Caserta”. Il primo evento sarà la “Settimana delle eccellenze casertane a Madrid” in programma a dicembre, che vedrà coinvolte anche Camera di Commercio, Università e Confindustria. Il direttore dell’Istituto di Cultura, Giuseppe Di Lella, ha rimarcato il primato della Provincia di Caserta, “La prima in Italia – ha detto – a realizzare un progetto del genere con il nostro Istituto e a fare da battistrada per altri territori. La Spagna – ha proseguito Di Lella – non aspetta altro che poter conoscere la qualità del territorio casertano, che ha nella cultura un grande motore propulsivo. Insieme con le istituzioni locali puntiamo a far conoscere Terra di Lavoro per le sue eccellenze e non solo per i suoi problemi”. Oltre a Capobianco e al direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Madrid (che è l’organismo ufficiale dello Stato italiano per diffondere la cultura italiana all’estero, che supporta l’attività già svolta dall’Ambasciata in Spagna) Di Lella, a firmare il piano di collaborazione bilaterale nella sala Giunta dell’Ente sono stati il presidente della Provincia Sandro De Franciscis e l’assessore alle Politiche agricole Mimmo Dell’Aquila. Presenti all’incontro con i giornalisti anche il sindaco di Caserta, Nicodemo Petteruti, e l’assessore alla Cultura Gianfranco Fierro, che lavorano con la Provincia ad un’intesa tra le città di Madrid e Caserta, e Nicola Pagano, sindaco di Trentola Ducenta, paese d’origine dell’addetto culturale dell’Istituto di Madrid, Ugo Rufino, impegnato nella definizione dell’accordo. La Spagna – ha sottolineato De Franciscis – ha grandi vincoli e rapporti di amicizia con l’Italia e con Caserta in particolare. Abbiamo pezzi di storia in comune, penso soprattutto al periodo borbonico. Su questo legame ora proviamo a costruire una prospettiva di sviluppo, con scambi e iniziative di rilievo internazionale”. La Provincia e l’Istituto intendono così promuovere “Nuovi processi di internazionalizzazione che abbiano al centro la promozione sul territorio spagnolo delle nostre eccellenze, che affondano le loro radici nella cultura che le ha prodotte”, ha aggiunto Capobianco. “Vogliamo rendere permanente e visibile anche all’estero – ha concluso De Franciscis – le ricchezze del nostro territorio, attraverso iniziative di valorizzazione che sono in perfetta continuità con la programmazione finora portata avanti dall’Amministrazione”.

la firma del protocollo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico