Campania

Parete, allarme pulizia nella casa comunale

allarme pulizia in ComunePARETE. Stamattina gli impiegati comunali hanno protestato contro l’amministrazione per la scarsa igiene presente negli ambienti di lavoro. Già da tempo si discuteva della questione pulizia ma il problema non è stato mai risolto.

Addirittura ci sono impiegati che portano tutto l’occorrente da casa per dare una pulita ai vetri e alle scrivanie. A detta di molti di loro, durante le pulizie vengono svuotati solo i cestini e pulita la stanza del sindaco, il resto viene fatto superficialmente. Il comune occupa un superficie superiore ai 500mq, gli addetti impegnati nella pulizia sono soltanto tre. Stamattina le richieste verbali fatte nei giorni scorsi si sono trasformate in una vera sommossa, qualcuno è entrato a lavoro, altri sono andati via. Il sindaco ha interpellato l’Asl per verificare la situazione igienica del comune. Che i locali non siano dignitosamente puliti lo si può verificare dallo stato pietoso in cui versano le vetrate, piene di polvere. L’interno degli uffici presenta una pulizia sommaria, con le scrivanie anch’esse impolverate. La protesta legittima degli addetti ai lavori fa riflettere sulle responsabilità di chi dovrebbe vigilare. Ciò non avviene, altrimenti i locali comunali presenterebbero un aspetto sicuramente migliore. Un ampliamento dell’organico delle pulizie sarebbe la soluzione più adatta, come chiesto anche dagli impiegati, nello stesso tempo una maggiore verifica delle opere di pulizia da parte dei responsabili darebbe maggiore certezza sull’effettiva esecuzione dei lavori di pulizia. “Innanzitutto, – come chiedono gli impiegati – la pulizia deve avvenire costantemente e fatta realmente, senza svuotare soltanto i cestini. La pulizia dei vetri e scrivanie non viene quasi mai fatta. I responsabili d’area devono vigilare su chi viene impegnato in tali mansioni ed intervenire in caso di inottemperanza al servizio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico