Aversa

Gli studenti di Ingegneria promuovono la raccolta sangue

Gli studenti della Sun AVERSA. Si è svolta stamani, presso la Facoltà di Ingegneria di Aversa, una giornata universitaria di donazione del sangue.

L’incontro organizzato dai volontari della Fidas provinciale di Caserta (Federazione italiana associazioni donatori volontari sangue), di cui è presidente l’avvocato Francesco Russo, e l’associazione studentesca Anuis (Associazione nuova università intesa studenti) rappresentata dagli studenti Carlo Mastrominico, Giovanni Feliciello, Giuseppe Borrata, Nicola Palladino, Antonio Liguiri.

Entrambi i sodalizihanno dato vita ad una collaborazione che riconosce il ruolo centrale che i giovani e gli studenti possono svolgere nel promuovere e sensibilizzare la popolazione sul tema della donazione di sangue. La Fidas provinciale e l’Anuis si sono adoperate per far comprendere al maggior numero di studenti possibile l’importanza vitale di compiere il più nobile dei gesti, quello di donare il proprio sangue per far fronte alla cronica e grave carenza di sangue esistente nella nostra regione. “E’ stato un grande successo per l’ iniziativa che ha riscontrato un ottimo risultato andando oltre ogni previsione, numerosi sono stati gli studentiche hanno aderito dimostrando che per donare il sangue non è necessarioessere degli eroi ma bisogna solo essere dotati di una buona dose disolidarietà”, afferma il dottor Gianluca Russo, responsabile Fidas.

Le due associazioni, in collaborazione con l’Assessorato Regionale alla Sanità , il C.R.C.C. ed il Centro Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera “San Sebastiano” di Caserta, intendono dare il loro piccolo contributo all’emergenza con un programma di sensibilizzazione e reclutamento di nuovi donatori al fine di far comprendere l’importanza fondamentale di donare sangue diventando un donatore “volontario” e “periodico” , un cittadino anonimo cosciente di compiere un gesto insostituibile.

Fidas e Anuis colgono l’occasione per ringraziare il Preside della Facoltà di Ingegneria, professor Michele Di Natale, e il coordinatore del comitato per le attività culturali della Sun, Gimmi Cangiano, che si sono dimostrati particolarmente sensibili a tale iniziativa e che ci hanno offerto la massima collaborazione. “La speranza è quella di poter ripetere questa iniziativa con una frequenza mensile nella nostra facoltà,visto il bellissimo contributo dato dai miei colleghi. Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare gli studenti, ed essere una risposta concreta al problema della donazione del sangue”, conclude il rappresentante Anuis Nicola Montefusco.

Gli studenti della Sun

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico