Aversa

Crisi in Forza Italia, Ciaramella a Roma da Berlusconi

Piazza MunicipioAVERSA. “Non accetterò mai per la seconda volta la presidenza del consorzio GeoEco”. Con queste parole il segretario cittadino di Forza Italia, Nicola Golia, pone l’accento su una vicenda che da settimane monopolizza l’opinione pubblica.

La scorsa settimana i tre sindaci delle città maggiori azioniste del consorzio (Aversa-Capua-S.Maria C.V.), designati come soggetti “ad hoc” per traghettare il GeoEco verso gli Ato, Ciaramella, Antropoli e Giudicianni, non avevano accettato l’incarico fortemente voluto dai 22 sindaci consorziati, aprendo di fatto la corsa alla successione. Ma i problemi che attualmente attanagliano il partito di cui proprio Golia è responsabile hanno seriamente modificato l’iter delle cose. Sembra ormai definitivo ed inarrestabile il distacco tra il sindaco della città normanna ed il suo partito, tanto da portare Ciaramella nei prossimi giorni a Roma dal presidente Berlusconi per un colloquio chiarificatore. Punto di forte discordia sembra essere la sfiducia che gli otto componenti consiliari di Forza Italia avrebbero pronta contro i tre assessori anello debole della catena dell’esecutivo: Rino Rotunno, amico e collaboratore del sindaco, Antonio Di Santo, espressione della lista civica Aversa Popolare, e Nicola Palmieri, espressione della lista civica Popolari Normanni. L’intenzione sembrerebbe anche abbastanza chiara, delegittimare l’operato dei tre per ridimensionare il potere del primo cittadino. Una mera operazione di marketing per consentire l’ingresso in giunta a persone vicine al direttivo cittadino e “ben viste” dal gotha forzista. Non a tutti, infatti, continua ad andare giù il grande risultato elettorale raggiunto dall’attuale sindaco, in considerazione del fatto che la sua candidatura al tempo fu osteggiata da gran parte del direttivo cittadino allora già capeggiato dallo stesso Nicola Golia. Intanto, sembra che Ciaramella stia “contando i suoi” e vagliando la possibilità di migrare in un altro partito della coalizione. I numeri sono dalla sua parte e, come per uno strano gioco del destino, sembra che le polemiche gli facciano addirittura recuperare punti ed immagine nei confronti della cittadinanza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico