Aversa

Caos per i lavori in Piazza mazzini

Piazza MazziniAVERSA. Lavori in corso, parcheggio, auto che accompagnano o attendono i passeggeri che si servono del treno. Un miscuglio, un cocktail micidiale che in piazza Mazzini sta causando dal dopo ferie estive non pochi disagi per quanti sono costretti a percorrere questa piazza, soprattutto negli orarri topici di ingresso e uscita degli studenti dai due istituti scolastici che gravitano in zona: il popoloso liceo scientifico Enrico Fermi ed il plesso San Michele del primo circolo didattico.

Un inferno creato anche grazie all’indisciplina di molti automobilisti che sembrano non aver mai avuto la minima nozione di guida. Un caos provocato dalle decine e decine di automobilisti, che, incuranti dei lavori in corso e invogliati dalla assoluta assenza degli agenti di polizia municipale (ma dove sono i vigili ad Aversa?), parcheggiano ovunque, restringendo una carreggiata che già di per sé a ridotta a causa della recinzione del cantiere per i lavori di ristrutturazione della piazza che dovrà cambiare volto con una caratteristica che sta sconvolgendo e sconvolgerà le abitudini di centinaia di pendolari abituati a percheggiare dove capitava. Infatti, quando i lavori finiranno la piazza, tutta sopraelevata ad eccezione della rotatoria, non ospiterà parcheggi. «Comunque – afferma l’assessessore alle opere pubbliche Rino Rotunno – l’alternativa già esiste. Vi sono circa trecento posti auto nel piazzale dell’ex scalo merci della ferrovia, dove poter parcheggiare con somme irrisorie per quanti presenteranno l’abbonamento ferroviario. Le tariffe di sosta, inoltre, non saranno proibitive nemmeno per gli utenti occasionali del parcheggio. A questa già vasta area, a breve si aggiungeranno lo slargo di via Benedetto Croce e di piazzetta De Simone che potranno ospitare altre ottanta autovetture in parcheggi gestititi dalla cooperativa Icaro, anche in questo caso con tariffe agevolate». Ma Rotunno, già vice del sindaco Ciaramella nella passata amministrazione e voluto nuovamente come assessore ai lavori pubblici dal primo cittadino senza che fosse stato candidato in alcuna lista, continua: «Mi sembra strano che ci si possa lamentare della situazione attuale. Oggi i disagi sono giustificati dal fatto che ci sono lavori in corso, mentre ieri c’era un vero e proprio tappeto di lamiere che bloccava l’intera piazza senza che nessuno se ne preoccupasse». Lavori in corso che hanno attirato anche l’ira degli ambientalisti e dei residenti in zona a causa dell’abbattimento di querce secolari che ‘facevano ombra’ al magnifico e grande monumento a Domenico Cimarosa, il più illustre figlio di Aversa, che molti vorrebbero traslato al centro della nuova piazza che sarà pronta, almeno per quanto riguarda i lavori strutturali, tra circa due mesi, come lo stesso assessore annunzia. Ma Rotunno continua: «Dopo questo primo lotto di lavori, completamente a carico delle Ferrovie, ci sarà una seconda fase gestita direttamente dal comune di Aversa che prevede, per una spesa di circa ottocentomila euro, lavori di completamento come la pavimentazione, l’arredo urbano e la pubblica illuminazione». Insomma, nella migliore delle ipotesi, la piazza sarà ultimata non prima di febbraio del prossimo anno.

Il Mattino (NICOLA ROSSELLI)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico