Teverola

Primarie, la Margherita candida Caputo e Mariniello

MargheritaTEVEROLA. Filomena Caputo e Gennaro Mariniello sono i due candidati che la Margherita di Teverola, in vista delle Primarie del Partito Democratico del 14 ottobre, ha individuato rispettivamente per la lista regionale e nazionale.

Lo annuncia il coordinatore cittadino del circolo teverolese, l’avvocato Francesco Pecorario, il quale rende noto anche quali aspiranti leader nazionali e provinciali appoggerà la Margherita teverolese. “Vi è stata una profonda analisi sulle varie candidature. – afferma l’avvocato – A livello nazionale abbiamo deciso di appoggiare senza reticenze Walter Veltroni, che rappresenta la vera novità nell’ambito politico dei Ds e della Margherita, mentre su scala regionale Ciriaco De Mita, dal momento che il Pd in Campania, con la sua esperienza, riuscirebbe sicuramente a smussare le angolature e gestire bene questo primo periodo di amalgama tra i due partiti”. Altra decisione presa dalla Margherita teverolese è quella di “vagliare le varie liste che saranno presentate ma nell’ottica di una candidatura nazionale per Veltroni e regionale per De Mita”. Svelata completamente la posizione del circolo teverolese, Pecorario poi traccia una sintesi del percorso che ha portato a queste importanti decisioni. “Per la Margherita di Teverola è stato un agosto molto attivo, durante il quale sono state preparate le liste per le Primarie e tanti amici hanno addirittura sacrificato il periodo di riposo per far si che il circolo arrivasse preparato allo storico appuntamento. Vi è stata un’animata discussione e, alla fine, il direttivo cittadino ha individuato la dottoressa Caputo e l’amico Mariniello per la lista regionale e nazionale. E’ inutile dire che la Margherita alle ultime elezioni politiche con ben 509 voti al Senato ha quasi raddoppiato il pacchetto elettorale esistente del partito e proprio in quest’ottica ed in base ad una sezione ben funzionante si è voluto che il sottoscritto proponesse agli organi competenti i due nominativi”. Ma Pecorario ne approfitta anche per lanciare l’ennesima sferzata ai Ds locali e, in particolare, al sindaco Biagio Lusini. “Siamo fortemente perplessi sui Ds, partito ormai inesistente, soprattutto da quando ha perso tanti giovani, trasmigrati nella Sinistra Democratica. Il direttivo – sottolinea l’avvocato – ha dato mandato al sottoscritto di stanare politicamente il sindaco Lusini che sulla carta è diessino ma nei fatti è ormai legato a Forza Italia, come hanno dimostrato gli ultimi avvenimenti politici”. Parole, quelle del coordinatore diellino, che testimoniano il burrascoso rapporto tra Ds e Margherita che non promette nulla di buono sulla futura costituzione del Pd a Teverola, visto che il nuovo partito nascerà proprio dalla fusione a livello nazionale tra i due partiti del centrosinistra. Tuttavia, Pecorario chiarisce che la Margherita tenterà il dialogo con la “parte sana” dei Ds, come da incarico affidatogli dal direttivo, in un’ottica di “alternativa all’amministrazione in carica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico