Teverola

A Teverola due centraline per misurare l”elettrosmog

Nicola CaputoTEVEROLA. Nella giungla di antenne esistenti sul territorio comunale di Teverola, sbarca il primo sistema di monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico. Il consigliere regionale Nicola Caputo ha recentemente richiesto all’Arpac, l’agenzia campana della protezione ambientale, di installare nel Comune di Teverola due centraline per il rilevamento dell’elettrosmog.

“Una misura necessaria per delineare un quadro dello stato di inquinamento elettromagnetico esistente sul territorio”, commenta il portavoce dell’Udeur, che analizza la situazione ambientale del paese alle porte di Aversa. “Le antenne di telefonia mobile sono installate in maniera irrazionale, molte sono nel cuore del centro abitato – dice– inoltre il regolamento redatto dalla maggioranza consiliare, per garantire un’equilibrata collocazione dei ripetitori, non viene ancora attuato”. L’obiettivo a cui punta il consigliere, particolarmente attento alle tematiche ambientali della sua terra, è di conoscere la gravità delle condizioni attuali, per poter offrire una risposta al precario stato di salute del paese. “Sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale guidata da Biagio Lusini – attacca Caputo – agisse con maggiore impegno per evitare quella che ormai è diventata una vera e propria invasione delle società di telefonia mobile sul territorio teverolese e soprattutto che adottasse provvedimenti mirati al monitoraggio. La negligenza degli ultimi anni ha condannato il paese al degrado, con tutte le conseguenti ricadute sulla salute dei cittadini”. Grazie a Caputo, nei prossimi giorni, saranno installati a Teverola, in due punti strategici, le centraline dell’Arpac. Un primo significativo passo, che esprime la ferma volontà di lavorare per un paese più vivibile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico