Succivo

Iovinelli, D”Errico e Perrotta passano all”Udeur e in maggioranza

Municipio di SuccivoSUCCIVO. Colpo grosso dell’Udeur a Succivo. I membri del gruppo di minoranza dell’Udc, composto dal capogruppo Giacomo Iovinelli, dal presidente del consiglio comunale Antonietta D’Errico e dal consigliere Domenico Perrotta, aderiscono al partito del Campagliele, attuale forza di maggioranza nella cittadina atellana.

A dare ufficialità della notizia, che già circolava da qualche mese, è il segretario cittadino del partito di Mastella, Tommaso Maisto: “L’adesione di Iovinelli, D’Errico e Perrotta è stata formalizzata l’altro giorno. Nelle prossime ore darò comunicazione scritta al sindaco Franco Papa e agli esponenti dei partiti politici cittadini. Al momento posso solo dire di essere soddisfatto. La decisione dei tre consiglieri è frutto di un lavoro continuo di confronto e dialogo che non è mai venuto meno pur trovandoci su sponde opposte. Queste adesioni sono motivo di orgoglio per tutto il partito, in particolare sono felice per l’amico Iovinelli che in passato è stato il protagonista dell’azione politica dell’Udeur a livello locale ed è per noi un piacere profondo riabbracciare un politico di razza e una persona da sempre amica”. Infatti, l’adesione di Iovinelli all’Udeur potrebbe essere letta come un ritorno alle origini, essendo lo stesso già stato membro, negli anni addietro, della famiglia del Campanile contribuendo a successi significativi del partito. Tuttavia, i problemi potrebbero sorgere sul fronte amministrativo. Non bisogna dimenticare che, aderendo all’Udeur, i tre consiglieri passano dalle fila dell’opposizione e quelle della maggioranza, dal centrodestra al centrosinistra e la cosa potrebbe determinare un vero terremoto politico, un piccolo “tsunami”. Infatti, c’è da chiedersi cosa succederà in seno al consiglio comunale e in che termini la scelta dei tre consiglieri di minoranza andrà ad influire sui già delicati equilibri politici della maggioranza di centrosinistra. Sostanzialmente il sindaco Papa vede rafforzata la proprio maggioranza che passa da 10 a 13 consiglieri e questo gli farèà sicuramente piacere, ma allo stesso tempo vede crescere il gruppo del Campanile, che diventa il più numeroso. Gli uomini di Mastella, a conti fatti, passano da 2 a 5 consiglieri. Pertanto, non è escluso che il primo cittadino sia chiamato nel futuro prossimo a rivedere e rimodulare l’assetto amministrativo sui nuovi valori di forza. Intanto, la trasmigrazione dei tre consiglieri, da Casini a Mastella, dalla minoranza alla maggioranza, in un colpo solo ha cancellato il partito dell’Udc e ha dimezzato lo schieramento di opposizione. Sul fronte della minoranza a tenere alta la bandiera resta il gruppo di Alleanza Nazionale, composto da Bartolomeo Luongo e Cristina Lampitelli, a cui ultimamente si è aggiunto l’ex forzista Salvatore Perrotta che da alcuni mesi ha abbandonato la maggioranza. La curiosità è che d’ora in poi i due candidati a sindaco, Papa e Iovinelli, che durante la campagna elettorale del 2006 si erano dati battaglia, si troveranno a sedere allo stesso tavolo. E non è la prima volta. Forse un destino già scritto.

dal Corriere di Caserta, 06.09.07 (di Stefano Verde)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico