Italia

Il 6 ottobre convention dei Circoli della Libertà

Michela Vittoria BrambillaROMA. “La roscia”, come la chiamano negli ambienti di Forza Italia. Tutti la davano per finita, chiusa in se stessa, messa in guardina dal “maestro” Silvio Berlusconi.

Invece lei, la signora rossa della politica, Michela Vittoria Brambilla, era alle prese con la messa a punto della convention che sta organizzando per il 6 ottobre alla fiera di Roma, all’Eur. Molti delusi, con giudizi approssimativi, commentano la convention dei Circoli della Libertà. In molti la credevano ferma, con le mani in mano, ad attendere qualche “ordine” dall’alto. Ma figuriamoci. Lei, la battagliera Brambilla, si fermava senza intraprendere alcuna iniziativa che mettesse al centro dell’attenzione la sua creatura politica. I circoli marciano a velocità sostenuta, ogni mese ne sorgono a decine lungo lo stivale, diventando la bandiera dello scontento nei ranghi di Forza Italia. I giovani sono la forza innovativa, in migliaia aderiscono al progetto portato avanti meticolosamente dalla Brambilla, fornendo uno spiraglio di cambiamento alla vita politica di tutti coloro che sono gli “scontenti” dei partiti. Anche in Forza Italia qualcuno inizia a schierarsi apertamente a favore della rossa: Beppe Pisanu, ma anche Claudio Scajola, un altro ex Dc che l’ha difesa dalla scuola di politica tenutasi a Gubbio. Lentamente, in molti si aprono al progetto del movimento, certe volte in forma silenziosa, altre apertamente e senza timore. Il dato più importante: nessuno si aspettava una convention che portasse migliaia di persone a riunirsi tutti insieme per discutere le strategie per il futuro. La prima data era quella di Courmayeur, poi tutto si è spostato nella capitale. Una prova di forza che vuole mettere in evidenza l’importanza dei circoli, riunendosi per la prima volta tutti insieme. Ciò sta suscitando numerose perplessità per la sua riuscita. Contrariamente ai giudizi, a Roma sarà il punto di partenza per il futuro, per questo la presidente ha prenotato un’area da 8mila posti, ma già si pensa a qualcosa di più grande. Infatti, si prevede di ospitare più di 10mila persone, tra presidenti di circoli e simpatizzanti. Il lavoro silenzioso della Brambilla ha dato i suoi frutti, contrariamente a quello che si insinua: la convention ospiterà tante persone. Dai vari circoli arrivano adesioni all’iniziativa, autobus saranno messi a disposizione dei presidenti dei circoli per consentire l’arrivo nella capitale. Nel frattempo, la rossa viene ulteriormente incoraggiata dagli elogi che arrivano dalla stampa straniera. Il 6 ottobre si aprirà una nuova fase, verrà messa in mostra la forza del consenso che è riuscita a costruire in questi due anni la Brambilla.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico