Italia

Di Pietro invoca il rimpasto. Prodi: “Prima la legge elettorale”

Romano ProdiROMA. Di Pietro chiede un “rimpasto organizzativo” dell’esecutivo e la riduzione del numero dei ministri, ma per Prodi ci sono altre priorità. Così il premier italiano, da New York, dove partecipa all’assemblea generale dell’Onu, commenta la richiesta del ministro delle Infrastrutture.

“Non ho alcuna intenzione di fare un rimpasto, piuttosto occorre una riconsiderazione organizzativa”, ha dichiarato. Ciò lascia intendere che si tratti di una riflessione sui ministri e i sottosegretari del suo governo, che comunque sarà affrontata dopo l’approvazione della Finanziaria e della nuova legge elettorale. “Il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano – affermano fonti di Palazzo Chigi – ci ha chiesto di fare la riforma della legge elettorale e noi vogliamo mantenere fede all’impegno che abbiamo preso”.

Antonio Di PietroIl ministro Di Pietro ieri ha dichiarato: “Serve un rimpasto non in danno di questo o quel ministro, ma nel senso che si riduca il numero dei ministeri, che dimezzi il numero dei sottosegretari e che accorpi quelle funzioni necessarie per dare funzionalità al sistema. Il ministero delle Infrastrutture e quello dei trasporti svolgono per il 70 per cento compiti doppioni”. E ancora: “Gli italiani hanno prima con le primarie e poi alle votazioni indicato lui chiaramente come presidente del Consiglio. Se gli italiani non vogliono più questa realtà, bisogna ritornare al voto. E siccome gli italiani in questa fase sono rappresentati dal Parlamento, vuol dire che una crisi politica, una crisi parlamentare non può che comportare votazioni anticipate”. L’ex magistrato ha poi lanciato una frecciata al viceministro dell’Economia, Vincenzo Visco, coinvolto nel “caso Speciale”: “L’illegittimità del comportamento del viceministro rilevata dalla magistratura mina il rapporto di fiducia che deve necessariamente esserci tra lui e il corpo della Guardia di Finanza. Si appalesa, quindi, l’opportunità di un suo passo indietro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico