Cesa

Il primo ottobre partirà la refezione scolastica

mensa scolastica al via il 1 ottobreCESA. Il 23 agosto scorso è stata aggiudicata la gara d’appalto per l’affidamento del servizio mensa per gli alunni della scuola materna “Angeli di San Giuliano” di Cesa per l’anno scolastico 2007/2008.

Ad una settimana dalla riapertura degli istituti cesani, il Comune rende noto che il servizio di refezione scolastica partirà ufficialmente il 1 ottobre. Nonostante sia tutto pronto già per la data del 17 settembre, giorno in cui gli alunni torneranno tra i banchi di scuola, l’assessorato alla Pubblica Istruzione Stefano Verde fa sapere che si è scelto di far partire il servizio mensa con qualche giorno di ritardo per agevolare i bambini e lasciare loro il tempo necessario per ambientarsi alla nuova vita scolastica. A controllare l’operato della società che si è aggiudicata la gara d’appalto ci sarà la neoeletta Commissione Mensa, un organo di controllo istituito nell’ultima seduta del consiglio comunale con il beneplacito dell’opposizione cittadina, capeggiata da Stella Guarino. Commissione che ha il compito di monitorare la qualità e la quantità del cibo, le procedure di preparazione delle pietanze, la freschezza e la genuinità dei prodotti. L’organo è composto da rappresentanti dei genitori, dei docenti, dell’impresa che eroga il servizio e di un esperto del settore, oltre ovviamente a rappresentanti dell’amministrazione. Inoltre, il Comune ha stilato un capitolato sottoposto alla ditta che ha appaltato il servizio nel quale sono contenute importanti indicazioni rispetto agli standard di qualità e di igiene, oltre alla realizzazione di un programma di informazione alimentare. Dalla lettura del capitolato emergono importanti novità che puntano a tutelare i bambini attraverso un’alta qualità dei cibi: “I pasti a base di materie prime della migliore qualità devono essere confezionati nel massimo rispetto delle norme di igiene e sanità”. Novità anche per quanto attiene l’introduzione di prodotti biologici: “Nella preparazione dei pasti si devono adoperare i prodotti provenienti da produzioni italiane e/o da coltivazioni biologiche”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico