Cesa

De Angelis: “Fuori dal Cda GeoEco i Comuni morosi”

Vincenzo De AngelisCESA. “Fuori dal Consiglio di Amministrazione del Consorzio Geo Eco i rappresentanti di quei Comuni che risultano morosi nei confronti dell’azienda”.

La proposta è stata avanzata dal primo cittadino di Cesa, Vincenzo De Angelis, durante i lavori dell’assemblea dei soci, composta dai sindaci dei comuni aderenti all’azienda consortile. Assemblea che, tenutasi l’altra sera, ha approvato la modifica allo statuto, adeguandolo alla finanziaria.

La modifica ha sancito la riduzione del numero dei componendi del Cda da undici a tre, ma sulla nomina del nuovo consiglio di amministrazione il primo cittadino di Cesa è stato chiaro: “I Comuni che non pagano i canoni – ha dichiarato il sindaco De Angelis – non hanno i requisiti morali per indicare membri da far sedere nel Cda. E’ immorale non onorare gli impegni di pagamento assunti, poiché si attenta alla stessa sussistenza e funzionalità del Consorzio, creando disagi nell’espletamento del servizio di raccolta dei rifiuti. Basta guardare ai disservizi legati ai continui scioperi degli operatori finalizzati ad ottenere lo stipendio, o alla scarsità del parco mezzi spesso rotti o in riparazione per lunghi periodi perché nessuno intende far credito al Consorzio. Insomma, una situazione insostenibile legata proprio ai mancati pagamenti da parte degli enti locali. Pertanto – ha continuato il sindaco di Cesa – non è giusto che Comuni virtuosi, come Cesa, debbano essere penalizzati, con un servizio di raccolta carente, a causa dell’irresponsabilità o della superficialità di altri enti che, poi, grazie alla presenza di propri rappresentanti nel Consiglio di Amministrazione riescono a garantirsi vantaggi e servizi per il loro territorio.

La mia amministrazione comunale – ha chiosato De Angelis – chiede di dare dei segnali forti altrimenti difficilmente raggiungeremo una situazione di normalità. Il presidente del Consorzio Nicola Golia ha già assunto decisioni importanti in tal senso, avviando una serie di azioni di recupero crediti nei confronti dei Comuni morosi. L’elezione del Consiglio di Amministrazione, in programma per il 18 ottobre potrebbe essere un ulteriore occasione per rimarcare un certo cammino nella direzione del risanamento”.

Infatti, stando alla disanima del presidente Golia, la situazione finanziaria del consorzio GeoEco sulla carta risulta attiva, ma a causa dei mancati pagamenti da parte di molti comuni consorziati, è deficitaria.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Napoli, "Il passato nel presente": giornata di studio al Maschio Angioino - https://t.co/m8wqE2cyS6

Trentola Ducenta, Luigi Lorvenni in campo per Sagliocco Sindaco - https://t.co/xXdmunkbnU

Governo, Mattarella convoca Fico per incarico esplorativo - https://t.co/Mqb1xNAidC

Regionali Molise, vince Toma del centrodestra. Fi supera Lega: Berlusconi esulta - https://t.co/Ku8samSxvX

Condividi con un amico