Caserta

Metropolitana, collegamento Capua-Grazzanise

Metropolitana, intesa con i Comuni per studio di fattibilitàCASERTA. Nell’ambito delle iniziative per la dotazione infrastrutturale dell’area che sarà interessata dalla realizzazione dell’aeroporto intercontinentale di Grazzanise, la Provincia di Caserta, di concerto con i Comuni di Capua, Grazzanise e Santa Maria la Fossa ha inteso aggiornare il progetto di realizzazione di una linea di metropolitana leggera che colleghi le città di Capua e Grazzanise.

Nella mattinata di oggi il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, e i sindaci dei Comuni coinvolti hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per lo studio di fattibilità dell’opera, che sarà finanziato dalla Provincia. Erano presenti all’iniziativa l’assessore provinciale ai Trasporti, Antonio Reccia, il presidente della Commissione consiliare Trasporti, Amilcare Nozzolillo, il consigliere provinciale del collegio, Giuseppe Raimondo. Nel progetto sono coinvolti inoltre Rete Ferroviaria Italiana e l’Ente Autonomo Volturno. L’opera si integra con la realizzanda metropolitana leggera Capua-Caserta-Maddaloni e con il collegamento ferroviario tra il futuro aeroporto di Grazzanise e Villa Literno, inserendosi nel programma di attuazione delle Linee guida per la programmazione dei sistemi di mobilità elaborate dalla Provincia. “Continuiamo – commenta l’assessore Antonio Reccia – a dare impulso a progetti di infrastrutturazione strategici per lo sviluppo delle nostre aree. Lo facciamo in piena sintonia con gli Enti locali. Sulla sfida della qualità dei trasporti si gioca la partita della competitività di Terra di Lavoro, che deve ridurre il gap rispetto ad altre zone del Paese oggi più dotate”. Il presidente della Provincia De Franciscis aggiunge: “La metropolitana leggera contribuirà alla riqualificazione e allo sviluppo turistico e ambientale del litorale domizio, territorio che oggi sconta una carenza di infrastrutture per il trasporto e la mobilità, da colmare anche utilizzando gli strumenti della programmazione negoziata 2007-2013”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico