Campania

Villa Literno, il rendiconto dell”assessore Pedana

Municipio di AversaVILLA LITERNO (Caserta). L’ultima riunione del consiglio comunale di Villa Literno è stata particolarmente importante soprattutto perché è stato approvato il Rendiconto di Bilancio per l’annualità 2006, documento fondamentale nella vita amministrativa di un Ente Locale.

Si tratta del primo documento a consuntivo dell’operato dell’assessore Augusto Pedana, che in assise ha dichiarato: “Il rendiconto dell’esercizio 2006 presenta un avanzo di amministrazione”. Nell’analisi del bilancio, non si possono non ricordare le pesanti restrizioni determinate a carico degli Enti Locali dalle leggi finanziarie che si sono susseguite negli ultimi quattro anni, che hanno fortemente diminuito i trasferimenti di fondi dallo Stato ai Comuni, con una notevole incidenza sul 2006. A questo si deve aggiungere la necessità di rispettare i parametri dettati dal “patto di stabilità”. “Nonostante queste difficoltà – ha affermato Pedana nella sua relazione – il nostro Comune si è mantenuto entro i limiti imposti, riuscendo ad avvalersi dell’abbattimento dei tassi sui mutui, previsto per i Comuni più virtuosi, con il conseguente realizzo di importanti economie che hanno concorso alla possibilità di mantenere ed incrementare importanti servizi per i cittadini.L’assessore alle Finanzeha inoltre ricordato che sono stati risolti molti rapporti in essere con gli ex Lavoratori Socialmente Utili e grazie alla contrattazione decentrata è stato creato un sistema incentivante basato su più linee di intervento, ma sempre finalizzato a costruire una struttura più efficiente e più capace di raggiungere gli obiettivi. Pedana si è anche soffermato sul dibattito che ha preceduto l’approvazione del documento economico, in particolare sulla richiesta della Minoranza: “Il Rendiconto consuntivo dell’anno 2006 era arrivato ai Consiglieri Comunali con 20 giorni di anticipo, come previsto dalla legge, ed ognuno ha avuto tutto il tempo di leggerlo e preparare i propri interventi in consiglio, per cui la richiesta di leggerlo in aula titolo per titolo, oltre a richiedere moltissimo tempo, non era giustificata”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico