Aversa

Un patto per la città del futuro

CiaramellaAVERSA. «Non possiamo pretendere di decidere il futuro di Aversa fino al 2043 solo noi, senza l’apporto di tutte le forze politiche, sia di maggioranza che di opposizione». Questa la linea portata dal sindaco azzurro Mimmo Ciaramella alla riunione della coalizione di centro destra relativamente al Por 2007/13 e al progetto europeo Jessica, che prevede un finanziamento di circa duecentomilioni di euro con attività prevista dal 2014 al 2043.

Una linea che ha trovato d’accordo tutte le forze politiche presenti all’incontro. Sia il primo cittadino che i partecipanti all’incontro, svoltosi presso l’Ufficio Urban, hanno anche convenuto che all’attività di programmazione dovranno concorrere soggetti quali: l’università, gli ordini professionali, la curia, i sindacati (compresi quelli di commercianti ed imprenditori) oltre alle associazioni cittadine. «Dovrà, comunque, essere una situazione non caotica perché si tratterà di prendere decisioni e di farlo anche secondo scadenze che spesso saranno brevi» ha dichiarato il primo cittadino che ha anche ricordato che a fine mese ci sarà un secondo appuntamento, dopo il primo tenuto a luglio, con Isaia Sales, nominato da Bassolino per seguire queste iniziative. Ed è per questo che i rappresentanti di tutte le forze politiche si troveranno faccia a faccia già mercoledì prossimo, presso la sala consiliare, alle 18, per la prima riunione programmatica. Ciaramella non dimentica di sottolineare che sarà importante anche l apresenza di tutti i suoi colleghi dei Comuni dell’agro aversano «perché -ha sottolineato- i benefici che ci saranno non saranno solo per Aversa (che è entrata in questa fase di finanziamenti tenuto conto che ha oltre cinquantamila abitanti), ma anche per le loro comunità. I servizi che la nostra città avrà andranno a riflettere sui comuni circostanti e si integreranno con i loro, portando benefici a quelle popolazioni». Alla riunione di ieri sera, oltre al sindaco e al dirigente comunale responsabile del settore, Claudio Pirone, erano presenti: Nicola Golia per Forza Italia, Cesario Liguori e Romilda Balivo; Antonio Schiavone e Giovanni D’Angelo per Alleanza Nazionale; Antonio di Santo e Giovanni Marino per Aversa Popolare; Plinio Frunzio e Alfonso Oliva per Città delle Libertà; Fiore Palmieri per i Popolari Normanni.

Il Mattino (NICOLA ROSSELLI)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico