Aversa

Forza Italia “gufa” contro Ciaramella?

Domenico CiaramellaAVERSA. La guerra interna a Forza Italia continua senza sosta. Quello che covava sotto la cenere da diverso tempo sembra ormai essere diventato l’origine di un nuovo intrigo tutto aversano.

Protagonisti principali il sindaco Ciaramella ed il gotha di Forza Italia nelle figure del segretario cittadino Nicola Golia, del consigliere regionale Giuseppe Sagliocco e di alcuni degli eletti tra le fila del partito azzurro. Sembrerebbe che si stia creando una sorta di caccia ad ottobre rosso, dove il nemico da abbattere, o almeno da esasperare, resta proprio il primo cittadino. Forse il Ciaramella nazionale sta facendo troppo bene il suo lavoro, o forse è stanco di inchinarsi alle regole del partito? Chissà, ma una cosa appare certa: il clima è rovente, soprattutto dopo l’affaire Texas. Voci interne alla Casa delle Libertà sussurrano che, anche durante i più intimi incontri interpartitici, i battibecchi e le incomprensioni tra le parti in causa siano davvero frequenti. Anche se poi la facciata, che tra l’altro sembra sgretolarsi ogni giorno di più, è sempre linda e pulita…per la serie vogliamoci bene. Ma allora un dubbio ci assale: davvero il sindaco non sapeva cosa stesse combinando il fidato Pitocchi? E se questa fosse solo una manovra per screditarlo politicamente? E se volessero metterlo in cattiva luce anche con i cittadini aversani che tanto lo hanno sostenuto durante l’ultima campagna elettorale? Questi interrogativi giustificherebbero le manovre di creare all’interno del consiglio comunale una maggioranza che non conti sui voti di Forza Italia ma su quelli delle liste civiche collegate, vincenti o meno. Un giallo degno dei romanzi di Carlo Lucarelli, tuttavia il nostro Ciaramella ci piace, e forse oggi ancora di più. Intanto, un coro unanime sale: “Forza Ciaramella siamo tutti con te!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico