Aversa

Facciamo la Festa al Verde

...e facciamo la festa al verdeAVERSA. Grandi festeggiamenti, ad Aversa, nell’ambito della manifestazione “Facciamo la festa al verde”. Dopo che l’ultima piantina di basilico della Signora Rosinella Coccurullo è stata distrutta (una decina di giorni fa), giovedì prossimo si passerà finalmente alle cose serie.

L’ultimo albero, nato e “pasciuto” ad Aversa, sarà definitivamente abbattuto. Era ora. Tutta la cittadinanza (con l’eccezione di qualche eccentrico amante dell’ambiente, dell’aria pura e della vita all’aria aperta) non vedeva l’ora di eliminare quest’inutile ricordo del passato. A proposito di passato, nel corso della manifestazione, organizzata dall’Assessorato all’abbattimento della qualità dell’aria e della vita, sarà ricordata la figura di Ciruzzo Scapozzi, più conosciuto come “L’ascia o raddoppia” per la sua insuperabile capacità di tagliare due alberi contemporaneamente. Ai familiari dell’eroico personaggio che, ricordiamo, si spense a causa della caduta di una pigna in testa (l’ennesima) sarà consegnata una targa dall’Assessore al Ramo: l’amatissimo Enzo Negativo (sarà, purtroppo, una delle sue ultime apparizioni pubbliche perché entro un paio di mesi, a quanto pare, l’Assessorato al Ramo sarà “segato” a causa dei “tagli” imposti dalla finanziaria). La conduzione della manifestazione è stata affidata a Simona Tagli. Allieteranno la stupenda serata, alcuni notissimi cantanti neomelodici: Gigino Scapece, Geppino Strangolapreviti e Assunta Pera Verladata. Al posto dell’albero (un pino marittimo di almeno duecento anni) sarà costruito il settimo Centro Commerciale della catena MAVA’, gemello del MEDI’ e DIME’, concorrente diretto dei tre TEXI’, sei CAPPUCCI’ e dodici MANICO’, di proprietà dello stesso gruppo che ha costruito i parcheggi dove una volta c’erano il Parco Pozzi, l’Ippodromo e l’Ospedale Civile. Non mancate, quindi, a quest’importante appuntamento, nel corso della serata saranno messi all’asta importanti cimeli storici. L’anno scorso uno stuzzicadenti (di vero legno) fu aggiudicato per 20mila euro. Il ricavato, quest’anno sarà devoluto all’Associazione Aversana Allevatori Cammelli e Dromedari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico