Aversa

Aversa Normanna, vittoria al fotofinish nel derby

il difensore Di Girolamo (foto dal sito AversaCalcio.it)AVERSA. L’Aversa, detentrice della Coppa Italia di serie D, nei minuti finali supera l’Angri con un gol di testa di Di Girolamo nei panni di attaccante di razza e resta ancora in corsa per il passaggio del turno …

…anche se al Savoia per vincere il triangolare basterà non perdere il derby in programma il 10 ottobre con l’Angri che, a sua volta, potrebbe andare avanti se riuscisse a vincere solo con due gol di scarto. I granata, che hanno sempre dichiarato di non essere interessati alla manifestazione tricolore, hanno comunque poche chances di qualificarsi. Resterebbero in gioco, infatti, solo se l’Angri dovesse vincere il debry per 1-0. In questo caso ci sarebbe il sorteggio tra Savoia e Aversa, che si troverebbero a quota due gol. Boccolini, come preannunciato, rivoluziona la formazione vincente schierata in campionato contro il Lavello. Sono otto i calciatori in età di Lega in campo. Romaniello e Ingenito, invece, entrano in campo nella ripresa. In tribuna, invece, i pezzi da novanta con Buonocore, Palumbo, Di Pietro, Longo e Coquin (squalificato). La voglia di mettersi in luce da parte degli under è tanta, ma considerato la formazione inedita i meccanismi tra i reparti non sempre funzionano. L’Angri, invece, si presenta al Rinascita con la squadra migliore, con il solo Ferraioli in panchina (entrerà dopo l’intervallo). La prima frazione è avara di emozioni: il gioco stagna a centrocampo e le due squadre sono incapaci di prendere in mano le redini del match. Ne scaturisce una partita noiosa con i due portieri inoperosi. L’unica azione pericolosa è degli ospiti alla mezz’ora ma è bravo Robustelli a uscire in anticipo sui piedi del centravanti Vitale, lanciato a rete sul filo del fuorigioco. I granata provano a rendersi pericolosi con il tandem d’attacco Verolino-Prisco, con quest’ultimo poco preciso sotto porta. È lo stesso attaccante nei minuti finali (43’) a essere anticipato in area dopo un preciso assist di testa di Verolino. Nella ripresa gli allenatori effettuano due cambi ciascuno e qualcosa di positivo s’intravede sebbene sono i minuti finali del match a risultare i più vivaci con azioni pericolose da ambo le parti e la rete di Di Girolamo. In precedenza Maddaloni lancia Prisco (13’) che difende bene il pallone, resiste a una spallata di un difensore, entra in area e lascia partire un tiro a colpo sicuro che De Rosa riesce a deviare. La replica degli ospiti arriva con Ferraioli (18’) che impegna Robustelli, che poi (24’) non si fa trovare impreparato al secondo tentativo dell’attaccante. Poco dopo la mezz’ora, Di Girolamo dalla lunga distanza sfiora il palo. Nei minuti finali, l’Aversa cerca di stringere i tempi. Ingenito (42’) su punizione costringe il portiere a rifugiarsi in angolo. Dalla bandierina Andreozzi pennella un cross per Di Girolamo che di testa supera l’incolpevole De Rosa. Finalmente i pochi tifosi (circa duecento) sugli spalti possono gioire. La partita si conclude qui con i granata già rivolti al derby esterno di campionato con la Viribus Unitis che dovrebbe essere giocata a porte chiuse per problemi di sicurezza del Nappi.

da “Il Mattino”, giovedì 27.09.07 (di Giovanni Rosselli)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico