Aversa

Arrestato il latitante Paolo Cecere

Cecere è stato bloccato dalla Polizia lungo la statale Teverola-Santa Maria C.V.AVERSA. Gli agenti del Commissariato di Polizia di Aversa, diretti dal vicequestore Antonio Sferragatta, hanno tratto in arresto ieri pomeriggio il latitante aversano Paolo Cecere, 45 anni, condannato a scontare la pena di 20 anni di reclusione.

Le accuse a suo carico sono di associazione per delinquere di stampo mafioso e coinvolgimento in duplice omicidio. E’ stato bloccato, intorno alle 14, lungo la strada statale che collega Teverola a Santa Maria Capua Vetere: era a bordo di un camion frigorifero che trasportava burro, diretto al Nord Italia, con se aveva documenti falsificati. Denunciato per favoreggiamento il conducente dell’autocarro, Biagio Capasso, 57 anni, di Mugnano (Napoli). Cecere è ritenuto affiliato al potente clan camorristico dei “casalesi”. Secondo gli inquirenti, avrebbe preso parte al duplice omicidio di Giovanni Ciccarelli e Mario Tappino, avvenuto nel 1996 a Teverola, nello stabilimento “Italburro”, da allora confiscato dalla magistratura. I due morti, ritenuti appartenenti al clan “Quadrano-Picca”, sarebbero stati uccisi nell’ambito di una faida coi casalesi per il dominio delle attività illecite nella zona di Teverola e dintorni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico