Aversa

Abusi ai Cappuccini consiglieri minacciati durante il sopralluogo

RosatoAVERSA. Due palazzi e cinque villini stanno prendendo rapidamente corpo alle spalle dell’ippodromo di Aversa. «Qualcuno dovrà spiegarci cosa sta avvenendo nella zona di Cappuccini. Chiederemo spiegazioni per iscritto al sindaco. Anche la polizia amunicipale dovrà far sapere se ha effettuato sopralluoghi in quella parte della città che dovrebbe rimanere a verde e fungere da cintura di protezione naturale dal confine con Giugliano».

Gabriele Vedova, segretario di Rifondazione Comunista, chiede che sia fatta luce sull’ennesimo scempio edilizio che, a quanto pare, si sta perpretando alla luce del sole, senza che gli organismi deputati si attivino. Uno scempio denunziato dallo stesso Vedova, dal consigliere comunale della sinistra radicale Mimmo Rosato e dal segretario dei Comunisti Italiani Marco Monaca, tutti destinatari di un significativo invito a farsi i fatti propri da alcuni proprietari nel corso di un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi in via Cappuccini, alle spalle dell’ospedale Moscati, per verificare i presunti abusi edilizi segnalati da alcuni cittadini. «Sul luogo – hanno denunziato i tre esponenti politici- sono stati trovati diversi cantieri: alcuni senza il cartello di cantiere; altri con manufatti che erano, all’apparenza, difformi da quanto indicato dallo stesso cartello di cantiere. Mentre eravamo intenti nel sopralluogo, – hanno continuato Rosato e compagni – siamo stati invitati, in maniera sgarbata, ad allontanarci e a farsi i fatti propri, da alcune persone sopraggiunte». «In questa città – ha dichiarato il consigliere Rosato – porre una legittima domanda equivale a creare uno scandalo. Il clima volgare di illegalità diffusa cerca di impedire anche il minimo servizio di controllo democratico da parte di qualsiasi consigliere comunale. Nei prossimi giorni, produrrò un’interrogazione consiliare per chiedere alle istituzioni comunali di esercitare il proprio ruolo istituzionale di controllo, a tutela del pubblico interesse. A quanto ci risulta la zona dei Cappuccini nel Piano Regolatore Generale è destinata a verde di salvaguardia e, se salvata, potrebbe rappresentare l’ultimo angolo della città non toccato dalla violenta speculazione edilizia»

Il Mattino (NICOLA ROSSELLI)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico