Teverola

Rifiuti, scontro fra Improta e Tana

Raffaele ImprotaCarmine TanaTEVEROLA. “Forse il vicesindaco Tana non ha ben compreso il significato del mio intervento”. Il consigliere di opposizione Raffaele Improta (An) ritorna sulla questione dell’ordinanza con cui il sindaco Biagio Lusini ha tentato di disciplinare il deposito dei rifiuti sul territorio cittadino.

Improta, nei giorni scorsi, aveva contestato il mancato rispetto di tale ordinanza, accusando l’amministrazione di non attivarsi e provvedere a sanzionare i cittadini inadempienti. A questo, l’altro ieri, ha replicato il vicesindaco Carmine Tana, che ha invitato l’alleanzino ad essere “più comprensivo”, dato il momento di crisi dovuto all’emergenza rifiuti, e a non trovare sempre “il pelo nell’uovo”. “Il mio intervento sull’ordinanza del sindaco – spiega Improta – andava nella direzione di voler ricordare a tutti – amministratori, organi preposti al controllo e cittadini – il rispetto delle regole. E questo non è certamente voler trovare il pelo nell’uovo”. L’esponente della minoranza poi sottolinea: “Al contrario di come sostiene il vicesindaco, non volevo attaccare gratuitamente l’amministrazione, bensì spronarla a migliorare, come del resto faccio da sempre. Se poi per Tana un’ordinanza del sindaco è una ‘cosuccia’ che può essere tranquillamente disattesa dai cittadina, ebbene questa è una sua opinione. Noi di Alleanza Nazionale, però, non siamo d’accordo. Anzi, con forza, diciamo che le ordinanze e le regole ci sono e vanno fatte rispettare per il bene della società”. E per quanto riguarda la raccolta differenziata, il cui imminente inizio è stato annunciato dallo stesso vicesindaco, Improta commenta: “Voglio solo ricordare all’amico Tana che l’amministrazione in carica, ogni anno, da oltre 10 anni, dice che a settembre partirà la raccolta differenziata. Noi di An, come tutti i cittadini, speriamo che questo sia il settembre giusto”. L’alleanzino, infine, fa una riflessione: “A Teverola fare opposizione è davvero molto difficile. Ad essa, infatti, spetta il compito di verificare gli atti, spronare, sensibilizzare, controllare e, a volte, anche suggerire miglioramenti alla maggioranza, ma soprattutto portare determinati fatti a conoscenza dell’opinione pubblica che, democraticamente, farà le sue valutazioni. Ma molti questo ruolo non vogliono accettarlo. Per quanto ci riguarda, noi di An sappiamo benissimo qual è il nostro ruolo all’interno del consiglio comunale, cosa che invece non si può dire di alcuni esponenti della maggioranza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico