Teverola

La Margherita traccia bilancio dell’opposizione a Lusini

il sindaco Biagio LusiniTEVEROLA. Il circolo della Margherita di Teverola, attraverso il suo coordinatore, l’avvocato Francesco Pecorario, approfitta della pausa estiva per tracciare un primo bilancio della dura campagna di opposizione fatta verso all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Biagio Lusini.

E lo fa per argomenti, a cominciare dalla raccolta differenziata: “Il servizio stranamente non parte – afferma Pecorario – nonostante un accordo di massima con il consorzio e l’esistenza di una nota dell’Assessore regionale Nocera che privilegia l’assunzione degli Lsu in carico al consorzio GeoEco con un modesto esborso economico da parte del Comune perché la restante quota è a carico dello Stato”. Pecorario continua con la vicenda delle assenze del dirigente dell’area tecnica: “Le continue assenze in ufficio dell’ingegner Pitocchi sono un fatto veramente allucinante poiché ha in atto una convenzione e dovrebbe avere continui contatti con l’utenza”. Altro punto riguarda la posizione politica del sindaco diessino Lusini: “Lusini, ormai vicino a Forza Italia, è diventato il commissario liquidatore dei Ds teverolesi e ciò ha portato all’allontanamento dell’intero gruppo giovanile del partito per l’inesistenza di una seria politica di centrosinistra”. E poi la Tarsu: “La tassa rifiuti a Teverola è una delle più alte della provincia di Caserta, a fronte di un servizio inesistente e di cumuli di immondizia presenti in molte zone della città”. E il servizio idrico: “Non si capisce chi debba gestire la lettura esterna e l’installazione dei contatori per il consumo di acqua potabile con forte disservizio per la città. I solerti impiegati comunali nulla possono di fronte all’immobilismo politico di questa amministrazione e,alla fine, pagano sempre i soliti noti”. Non manca il perenne problema del traffico caotico: “Il sindaco e l’amministrazione potrebbero risolvere in parte la situazione integrando in forza al comando dei vigili urbani 3 Lsu che hanno la qualifica di ausiliari del traffico. Una proposta che abbiamo fatto di recente ma che, come vediamo, non è stata presa in considerazione”. Infine, le problematiche ambientali: “Sembra che esista un assessore all’ambiente, eppure non si è in grado di installare delle centraline su via Roma per monitorare l’aria che respiriamo. Evidentemente, il sindaco e l’assessore non vogliono verificare i gravi livelli di inquinamento provocati dalla loro politica di eccessiva urbanizzazione”. Pecorario, dunque, trae le sue personali conclusioni: “Il quadro è sconcertante. Abbiamo un’amministrazione che non esiste, neanche per le cose più semplici. Anzi, è proprio il caso di parlare di ‘disamministrazione’. Al sindaco, comunque, avvertiamo che da settembre la Margherita avvierà un’opposizione ancora più dura. La sua ‘disamministrazione’, politicamente parlando, non dormirà più sogni tranquilli”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico