Succivo

Metanizzazione al palo, c’è la svolta

L'incorporazione della Ottogas in Enelgas potrebbe sbloccare i lavoriSUCCIVO. Importante novità sul fronte della metanizzazione: la “OttoGas”, società che si stava occupando di portare il metano nelle abitazioni dei succivesi, è stata incorporata dalla “Enel rete Gas Milano” che subentra in toto all’ex gestore.

Una novità che potrebbe cambiare le cose e determinare una svolta nella vicenda della metanizzazione ormai al palo da tempo. Probabilmente l’accensione della fiammella blu nelle case delle famiglie del piccolo centro atellano, dopo questa notizia, non sarà più un miraggio. Questo è perlomeno quanto si evince dalla delibera di giunta comunale numero 101 del 18 luglio scorso, che recita: “Vista la nota acquisita al protocollo in data 06 novembre 2006 con la quale si sollecita la voltura del contratto di concessione del servizio di distribuzione gas, contratto n° 1/1 del gennaio del 2001, alla Enel rete gas S.p.a, a seguito dell’atto di fusione per il tramite del notaio Matilde Atlante di Roma in data 23 giugno 2006 con il quale la concessionaria Otto gas Rete s.r.l. é stata fusa per incorporazione in Enel rete gas S.p.a. con sede in Milano. Considerato che, a seguito della suddetta fusione la Enel rete gas di Milano subentra in tutti rapporti giuridici ed economici relativi alla concessione del contratto, si prende atto che la società incorporante Enel rete Gas spa è succeduta in tutti i diritti ed obblighi facenti capo, alla società incorporante Otto Gas rete srl”. In sostanza spetterà alla Enel Gas rispettare il contratto sottoscritto dalla Otto Gas con l’ente locale. Tale contratto, stipulato come dicevamo nel gennaio 2001, affidava in concessione alla Otto gas s.r.l. non solo la costruzione delle rete, ma anche la gestione per venti anni del servizio distribuzione del gas metano nel territorio di Succivo. Ora la speranza degli abitanti del piccolo centro atellano è che l’Enel rete Gas possa completare in breve tempo la rete di distribuzione affinché il metano, i cosiddetto gas di città, possa giungere finalmente nelle case. Entrando, invece, nel merito del progetto di metanizzazione del paese, la cosa che ostacolerebbe l’arrivo del gas nelle abitazione sarebbe la costruzione di una centralina, in pratica l’impianto per la diffusione del metano è completo mancherebbe solo questa stazione di controllo e smistamento.

dal Corriere di Caserta, martedì 21.08.07 (di Stefano Verde)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico