Italia

Bush: in arrivo misure contro la crisi dei Mutui Immobiliari

George W. BushUSA. L’amministrazione Bush presenterà oggi proposte per decine di migliaia di mutuatari a rischio, iniziativa presa dall’amministrazione americana per venire incontro alla crisi dei mutui subprime. Le misure sono indirizzate ai tanti cittadini americani che non sono più in grado di onorare i mutui a tasso variabile e che stanno costringendo migliaia di cittadini a venire meno all’impegno preso con gli istituti di credito.

Il presidente George W. Bush, in stretta collaborazione con il segretario al tesoro Henry M. Paulson, proporranno una serie di cambiamenti al programma assicurativo gestito dalla Federal Housing Administration, per favorire tutti coloro che non riescono più a pagare per il rialzo dei tassi d’interessi. Quando in Italia saranno le 17.10, orario locale 11.10, il presidente Bush terrà un discorso per illustrare gli interventi e normative, con l’obiettivo non solo di risolvere la crisi in atto, ma di trovare la strada per evitare altre insolvenze. La federal Housing Administration dovrebbe correggere i programmi di ammortamento, dando la possibilità ai circa 80 mila proprietari di case, di poter accedere ad altre forme di credito. Inoltre, nei piani dell’amministrazione americana c’è un’altra iniziativa che mira ad identificare tutti le persone a rischio insolvenza. Bush intende lavorare, da fonti della casa bianca, in stretta collaborazione con tutti gli operatori del sottore, individuando altre soluzioni finanziari, finalizzate a rendere più accessibile e sicuri i mutui. Dando maggiore flessibilità alla Federal Housing Administration, al fine di aiutare chi possiede i mutui sbprime ed è indietro con i pagamenti di almeno un periodo di tre mesi. Ciò consentirà di rimettere in movimento il sistema dei mutui americani, oltre ad arginare la crisi in atto con sistemi finanziari alternativi che aiutino i cittadini americani a venire fuori dall’insolvenza in cui sono incappati per i tassi d’interessi elevati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico