Casaluce

Sdi, Natale sfida Verolla: “Se salto io salta anche lui”

Franco NataleCASALUCE. Aria di tempesta nella sezione dello Sdi a Casaluce. Dopo le dichiarazioni di Antonio Verolla, che ha asserito che il direttivo “non ha più senso di essere” dopo le dimissioni di cinque dei suoi membri, arriva la replica forte e decisa di Franco Natale.

Il segretario del partito tiene a fare delle precisazioni. “A me sono state protocolate solo due richieste di dimissioni, quella di Verolla e quella di Macchione. Tammaro si è dimesso poi solo dalla carica di vice. Inoltre Cavagnuolo ha solo presentato oralmente la richiesta, mentre Capaccio non ha mai parlato in tal senso”. Secondo Natale la contestazione di Verolla è “superficiale e senza alcun senso. Io pensavo – continua il segretario – che dopo gli accordi presi si sarebbe incominciato a lavorare in vista delle prossime elezioni. La guerra che hanno innescato non serve a nulla. Io sono un uomo di politica che non ha bisogno di certo di confrontarsi con Verolla. Il mio – puntualizza Natale – vuole essere un lavoro per il bene del paese così come ho sempre fatto ed ho sempre dimostrato in ogni occasione in cui mi sono trovato attore principale della scena politica cittadina e provinciale”. Tiene ad evidenziare la sua storica carriera politica come amministratore di Casaluce e come consigliere della Provincia il neo segretario dello Sdi, ma vuole anche chiarire un punto che appare molto interessante, proprio in vista delle prossime elezioni amministrative. “La mia elezione a segretario dello Sdi è avvenuta all’unanimità. Noi avevamo sancito un accordo. Io avrei fatto il segretario e Verolla sarebbe stato designato quale candidato sindaco dello Sdi alle prossime amministrative”. Ma il patto è saltato perchè il primo dei non eletti alle Provinciali non vuole più accettare alcuni meccanismi innescati dopo l’elezione. Ed allora “se salto io – afferma Natale – salta anche lui. Se vengono meno i presupposti Antonio Verolladell’accordo viene meno l’accordo stesso”. Non lo dice Franco Natale, ma sembra evidente che qualora le cose andassero in questo modo sarebbe lui il primo a farsi avanti per sostituire Verolla nella candidatura alla poltrona di sindaco. E la sua proposta potrebbe, anche se non è certo, interessare qualcuno in paese. Non certo però i colleghi diessini. Questi infatti, guidati dal segretario Francesco Luongo, stanno già pensando ad un possibile candidato da presentare alla platea elettorale e non si tratta certo di nessun esponente del partito socialista. La guerra tra Verolla e Natale, nonostante la volontà dei due componenti del partito sia tutt’altro che polemica, continua e potrebbe di certo compromettere le stesse elezioni amministrative.

dal Corriere di Caserta, sabato 04.08.07 (di Luisa Conte)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico