Campania

Villa Literno, approvato il progetto “Arrevuoto-Punta Corsara”

ArrevuotoVILLA LITERNO (Caserta). Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo, ha approvato il progetto “Arrevuoto: Punta corsara 2007-2009”, presentato lo scorso mese di maggio dalla Regione Campania, che coinvolge fra gli altri anche il Comune di Villa Literno.

Il progetto Punta corsara parte dalla ricchezza di relazioni e di stimoli culturali creati dal progetto “Arrevuoto” nell’ultimo biennio e si pone l’obiettivo di mettere a profitto professionalità e saperi cresciuti in seno a questa esperienza nonché di rendere l’Auditorium di Scampia luogo stabile di proposta culturale multidisciplinare e contemporanea, che spazi dal teatro alla musica al cinema, con una particolare attenzione ai linguaggi giovanili. L’Auditorium di Scampia diverrà quindi il primo luogo di proposte culturali per un quartiere dove è forte il disagio dei giovani e difficili gli interventi che abbiano un carattere di continuità. Riconoscendo al settore culturale un ruolo trainante nella crescita economica del territorio, ma soprattutto la funzione imprescindibile di sviluppo sociale della comunità, il progetto triennale ha come priorità la costituzione di un’impresa culturale, che prevede un percorso formativo rivolto ai giovani, con lo scopo di individuare e valorizzare nuovi talenti nell’ambito artistico e preparare figure professionali da immettere sul mercato del lavoro. Durante il percorso formativo, ai giovani stessi verrà infatti affidata la gestione dello spazio, con la supervisione del Mercadante Teatro Stabile di Napoli e di diverse figure professionali provenienti dal mondo della cultura italiana. Solo alla fine di questo percorso triennale, i giovani saranno in grado di gestire autonomamente l’Auditorium, investendo la professionalità acquisita in quello che sarà un nuovo luogo di attività culturali. Il modello Punta corsara sarà poi applicato, nel biennio 2008-2009, nei diversi Comuni del Basso Casertano già coinvolti (Villa Literno, S. Arpino, Cancello ed Arnone, Orta di Atella), rappresentativi di un’area profondamente depressa sul fronte della cultura giovanile, oguno dei quali si proporrà con propri gruppi artistici e proprie strutture ricettive. Già da anni il Comune di Villa Literno si sta ponendo all’interesse regionale con iniziative di elevato livello socio-culturale, proponendo cartelloni di spettacoli interamente realizzati da giovani locali, che stanno sfruttando anni di esperienza in campo amatoriale per mettersi alla prova “sul serio”. Nel progetto Punta corsara sono coinvolti, oltre al Mercadante Teatro Stabile di Napoli, le piú radicate e qualificate associazioni del territorio, sotto la direzione di Marco Martinelli. “Il progetto Punta corsara – ha sottolineato il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino si inserisce pienamente nell’ambito delle politiche di stabilità e di permanenza da tempo promosse e avanzate in Campania e a Napoli nel settore della cultura e dello spettacolo dal vivo, che mirano a fare della risorsa culturale una vera e propria industria”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico