Campania

Marcianise. Estorcevano imprenditori, otto arresti

L'indagine coordinata dalla Dda in collaborazione con la squadra mobile di CasertaMARCIANISE. Otto ordinanze di custodia cautelare quelle emesse dalla Direzione distrettuale antimafia che, in collaborazione con la squadra mobile della Questura di Caserta, ha portato a termine un’indagine relativa ad attività estorsive compiute dal clan dei Mazzacane di Marcianise, …

…capeggiata dai fratelli Domenico e Salvatore Belforte (entrambi già in carcere), a danno di imprenditori di comuni del casertano, tra cui Maddaloni, San Marco Evangelista e San Nicola la Strada. L’indagine ha accertato 13 attività estorsive compiute dal 1993 al 2006. Sequestrati documenti che comprovano i reati, costituiti da elenchi degli imprenditori estorti e una sorta di “libri contabili”. Tra i sistemi che il clan usava per taglieggiare le propri vittime anche quello della “rateizzazione” in tre periodi festivi: Natale, Pasqua e Ferragosto. Dei sei arrestati, cinque sono di Marcianise (Luigi Trombetta, 51 anni, Gaetano Piccolo, 48, Michele Froncillo, 32, Bruno Buttone, 35, Domenico Cuccaro, 43) e uno di Napoli (Pasquale Aveta, 30 anni), tutti già in carcere con l’accusa di associazione camorristica e di concorso in omicidio. Altri due provvedimenti restrittivi riguardano Giuseppe Pettrone, 41 anni di Pignataro Maggiore, e Nicola Alfiero, 47 anni di Casal di Principe, appartenenti ad altri due clan ma coinvolti nell’indagine. Indagine che ha visto la collaborazione delle vittime delle estorsioni (in gran parte imprenditori edili costretti a versare al clan una percentuale sull’importo dei lavori) e di alcuni collaboratori di giustizia: Giacomo Nocera, Francesco Paccone, Paolo Di Grazia, Raffaele Roccolano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico