Campania

Castel Volturno, intervista all’assessore Morlando su emergenza rifiuti

Tommaso MorlandoCASTEL VOLTURNO (Caserta). Mentre sulLitorale Domizio, in particolare a Mondragone e Castel Volturno, le amministrazioni sono costantemente impegnate, in collaborazione con gli organismi preposti, a risolvere l’ennesima emergenza rifiuti.

Fino ad ieri sera gliautomezzi del consorzio Ce4 era fermi fuori al Cdr di Santa Maria Capua Vetere, causa il blocco dell’impianto.Castelvolturno, tra ieri e oggi,haraccolto oltre 2mila quintali di rifiuti. Ci informano che la produzione quotidiana è attestata su queste quantità.

A tal proposito, incontriamo l’assessore alle politiche ambientali del Comune di Castel Volturno Tommaso Morlando, per conoscere la situazione generale ed in prospettiva del ferragosto inerente la problematica rifiuti.

Come è andata nel mese di luglio con il nuovo servizio affidato alla GeoEco? Pian piano stiamo superando le difficoltà che in questo settore quotidianamente avvengono, si è sempre in una condizione emergenziale ed a volte diventa umanamente impossibile trovare le soluzioni anche più semplici ad occhi esterni, ma grazie alle maestranze, che con straordinaria dedizione e impegno personale riescono a risolvere e “tamponare” mancanze di programmazione e spesso di mezzi che in questi periodi sono difficili da reperire. Ma anche il più grande impegno locale, si ferma di fronte al blocco degli scarichi in discarica. Comunque in questo luglio 2007 Castel Volturno ha prodotto circa 2 milioni e 800mila chilogrammi per una media giornaliera di circa 100 tonnellate (equivalenti a 100mila presenze giornaliere sul territorio oppure equivalenti ad una città come Giugliano che ha circa 200 operatori), quindi quantità significative e comunque superiori del 10% rispetto all’anno scorso e anche in questi primi giorni d’agosto la media di produzione è ampiamente superiore all’anno scorso.

Ma i commercianti si lamentano della scarsa presenza di turisti sul territorio, allora non è vero? La spazzatura è un “misuratore” molto attendibile, e i dati dicono che la produzione è aumentata…poi bisogna valutare tanti altri fattori, come la qualità delle presenze ecc. Quest’anno comunque esiste un fenomeno dei flussi di presenze molto strano…mi spiego: durante la settimana, nei miei giri quotidiani sul territorio con le guardie ambientali, oggettivamente i lidi risultano vuoti, ma il sabato e la domenica c’è il pienone e tutti i numeri saltano…oltre a scarichi abusivi da altri comuni, che sempre più spesso ci vengono riferiti da cittadini. Comunque viviamo una situazione precaria che da anni è difficile programmare perché non sono gli Enti Locali a decidere sugli scarichi. Un assurdo…maggior produzione di rifiuti dovrebbe significare maggiori presenze e quindi benefici per tutta l’imprenditoria locale…mentre il tutto si trasforma in “dramma” perché non sappiamo come smaltire o meglio non ci viene consentito.

Ma abbiamo ascoltato anche delle critiche, di zone privilegiate rispetto ad altre, di disservizi…allora? Vede le critiche dei cittadini sono giustificate, l’esasperazione porta a mandare a quel paese tutti e principalmente i responsabili più visibili direttamente, quindi noi amministratori; anche se, tantissimi cittadini, quelli correttamente informati, comprendono l’impegno e la professionalità messe in campo. In questo momento di emergenza sarebbe troppo facile trovare giustificazioni o scusanti, come si può spiegare a chi chiede perché non vengono tolti frigo,mobili ed altri materiali ingombranti? Le piattaforme per questo tipo di rifiuto sono esaurite da mesi,come gli impianti per l’umido non esistono …ma questa è un’altra storia. Personalmente mi ritengo un operativo, il territorio ha necessità di risposte, tempo e luoghi per chiarimenti ed altro vanno rinviati a dopo l’estate…per adesso bisogna solo pensare a lavorare e dare risposte concrete. Colgo l’occasione per ringraziare anche cittadini ed associazioni che in modo costruttivo stanno collaborando con l’amministrazione segnalando abusi, disservizi o altro.

Ma esiste un’unica programmazione tra settori, oppure siete isolati tra voi? Si fa il possibile, l’Ente non è un azienda privata, ha dei tempi diversi e bisogna adeguarsi rispettando metodi e leggi, ma col Vice Sindaco, che funge quasi da coordinatore tra i settori, il confronto è costante, quotidiano e continuo…poi di fronte a situazioni di “peso” istituzionale il sindaco Nuzzo è sempre in prima linea.

Per il ferragosto cosa si prevede? Lei andrà in ferie? Per il Ferragosto ci stiamo organizzando nel migliore dei modi, anche attraverso una riunione programmatica tenutasi ieri mattina in Comune di Castelvolturno alla presenza del Sindaco, la giunta, la dirigente del settore ed il responsabile del servizio dott. Perrotta-Elio Dianin (Consorzio CE/4). Tranne imprevisti straordinari e blocchi degli scarichi …non dovrebbero esserci problemi. Le ferie le prenderò a settembre se possibile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico