Napoli Prov.

AN Acerra: Giunta Marletta, ormai si rasenta il tragicomico

ANACERRA. La destra interviene in merito all’ormai periodico rimpasto della giunta guidata dall’esponente di rifondazione comunista. “Dopo mesi di annunci trionfalistici e manifesti roboanti, il risultato resta lo stesso degli ultimi tre anni di amministrazione Marletta, con questa nuova giunta a perdere saranno solo Acerra e gli Acerrani“, dichiara in una nota Gerardo Bigliardo, Presidente di Alleanza Nazionale.

Gerardo Bigliardo“La telenovela del centrosinistra unito, cui finora siamo stati costretti ad assistere, è arrivata all’ultima puntata. Infatti i democratici di sinistra sono fuori dalla giunta per volontà del Sindaco che ne ha bocciati gli assessori; questo dimostra che il Partito Democratico ad Acerra non esiste, confermando che l’attuale maggioranza è retta solo da interessi personali, affari e poltrone “, afferma Bigliardo che prosegue smontando una ad una le tesi presentate dal Sindaco Marletta. “Prendiamo ad esame il caso dell’Udeur, che mesi fa si strappava le vesti, annunciando su di un manifesto il ritorno alle urne e ora si ritrova ad essere proprio la spina dorsale di questa nuova giunta “transformer” ! Mi chiedo quale nobile e virtuosa ispirazione li abbia fatti tornare sui propri passi, senza che sia cambiata una virgola del programma di pseudo-governo. Altra curiosa alchimia è il ritorno in giunta de “L’italia dei Valori” che rimette in gioco un assessore ampiamente svalutato da atti e commenti provenienti dalla stessa amministrazione; anche su questo fatto curioso verrebbe da domandarsi, perché? Per il bene della città ?.La verità è che questa amministrazione è sempre più lontana dalla volontà popolare, che tenta di narcotizzare attraverso comunicati, manifesti, proclami e sagre paesane. Intanto la sicurezza del territorio è ai minimi storici, basti pensare all’enorme successo che sta avendo la nostra iniziativa per l’allontanamento dei campi nomadi illegali dalle periferie acerrane; senza contare l’imposizione fiscale, le tasse che sono divenute ormai schiaccianti,oppure i commercianti costretti a convivere con la mancanza di aree di sosta, con le strade distrutte e sporche, con la microdelinquenza nostrana e di importazione degli extracomunitari ed i giovani, quei giovani che tanto hanno aiutato Marletta nel suffragio elettorale che ora hanno preso atto del risultato più che deludente e si stanno organizzando diversamente o stanno trovando più affidabili interlocutori come dimostra la sempre maggiore vitalità del nostro movimento giovanile, Azione Giovani. Marletta ha fallito su tutta la linea, la gente non lo vuole più, ma lui e la sua banda continuano imperterriti sempre con la stessa musica e nell’ultimo comunicato ci annunciano addirittura il rilancio definitivo della città …

Ormai si rasenta il tragicomico, il 2009 sarà un anno di liberazione per tutti.”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico