Aversa

Orobianco, De Chiara accoglie la proposta di Fumo

Nicola De ChiaraAVERSA. L’assessore Nicola De Chiara interviene in merito al suggerimento di Enzo Fumo sull’opportunità di creare un laboratorio di analisi per la mozzarella e per illustrare più compiutamente le finalità e le caratteristiche del protocollo d’intesa siglato tra i comuni di Aversa, Cancello Arnone e Mondragone.

“La proposta dell’ingegner Fumo – esordisce De Chiara – è sicuramente interessante ma non riguarda le istituzioni che hanno siglato il protocollo d’intesa, atto che ha come finalità quella di essere da stimolo, per tutta la filiera bufalina, a intraprendere iniziative che possano valorizzare il prodotto e contribuire alla più ampia diffusione e consumo della mozzarella di bufala. Il protocollo d’intesa ha come obbiettivo quello di mettere in campo iniziative ed eventi tesi a aumentare la popolarità di un prodotto storico del nostro territorio quale la mozzarella di bufala. Ma questo non significa che i comuni si sostituiranno agli allevatori, ai produttori ed ai commercianti di mozzarella di bufala e tanto meno ai consorzi di tutela del prodotto. Perché il protocollo è stato stipulato dai suddetti comuni? Semplice, tra Aversa, Cancello Arnone e Mondragone si completa l’intero ciclo di produzione del latte, trasformazione dello stesso e commercializzazione del prodotto finito. A Cancello Arnone, ed in parte a Mondragone, vi sono numerosissimi allevatori di bufale, mentre ad Aversa sorgono rinomati caseifici. La storia ‘dell’oro bianco’ nasce qui. Il nostro intento è quello di rilanciare questo contesto territoriale, che si distingue anche per produttività ed imprenditorialità, in ambito nazionale ed internazionale con una festa annuale, una fiera ed una serie di seminari e convegni volti a sfatare le continue dicerie sulla qualità della mozzarella, forse artatamente diffuse da produttori di prodotti similari. Noi intendiamo la difesa della mozzarella come difesa della nostra identità culturale e di una risorsa economica primaria. In questo gli operatori del settore dovranno starci vicino e capire che una reale opera di promozione può avere gli effetti sperati solo attraverso una fattiva collaborazione tra tutti i soggetti in campo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico